Castel dell’Ovo, danneggiato dalla mareggiata l’antico pavimento in pietra lavica. Via al restauro

88
in foto il Castel dell'Ovo danneggiato dalla mareggiata di inizio gennaio

Sono iniziati ieri i lavori di messa in sicurezza, recupero e sistemazione della pavimentazione in pietra lavica della parte esterna del Castel dell’Ovo, il cosiddetto “Ramaglietto”, danneggiata dalla mareggiata dello scorso 28 dicembre. Ad effettuare i lavori è la Napoli Servizi, società partecipata del Comune di Napoli. Gli ingenti danni hanno reso necessaria “un’urgente messa in sicurezza” delle aree esterne al sito. Gli operai hanno iniziato, con l’ausilio di bobcat e mezzi meccanici, il recupero dei basoli distaccati dall’azione violenta delle onde del mare per poi successivamente sistemarli. Gli interventi si sono resi necessari sia per liberare gli spazi esterni occupati dagli enormi basoli in pietra, che al momento rendono inaccessibili le aree, sia per mettere in sicurezza la pavimentazione da eventuali future mareggiate. Gli interventi dureranno circa una settimana. Nella giornata di domani si procederà con un ulteriore sopralluogo tecnico per verificare i danni alle sale interne e per poter successivamente avviare la fase di progettazione del restyling.