Castel Volturno, dal Governo 20 milioni per riqualificare il Litorale Domitio

312

Un protocollo da 20 milioni di euro per la riqualificazione del litorale domitio. A siglarlo nel Comune di Castel Volturno il ministro dell’Interno, Marco Minniti, il sindaco Dimitri Russo, il prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto, il commissario straordinario, Antonio Cappetta, e il presidente della Campania, Vincenzo De Luca. Il piano rappresenta una svolta per Castel Volturno colpita negli anni dal degrado e che conta sul territorio circa 15mila immigrati irregolari. Il protocollo d’intesa prevede l’erogazione di fondi necessari per progetti pianificati per il territorio, grazie al lavoro svolto in quattro mesi dal commissario Cappetta. Sostanzialmente sono tre le aree individuate: sicurezza, integrazione e ambiente. Per quanto riguarda la sicurezza, il Ministero dell’Interno spostera’ sul territorio 10 unita’ di polizia giudiziaria che con 28 agenti affianchera’ carabinieri, polizia e guardia di finanza. Il patto prevede 700mila euro per le demolizioni dei ruderi nei pressi della spiaggia, 600mila euro per l’isola ecologica; 8 milioni per contrasto erosione della crosta; 7 milioni per la rete fognaria; 2 milioni per la video sorveglianza; 1,5 milioni per il recupero e la ristrutturazione dei beni confiscati e 2 milioni di euro per le politiche sociali come corsi di lingua italiana e recupero anni scolastici. “Siamo convinti che l’azione di questo risanamento – dice Russo – sia la svolta per il Litorale. La presenza massiccia di immigrati irregolari e’ una causa del degrado. Se vengono qui e’ perche’ hanno trovato terreno fertile come le case abbandonate di cui si sono impossessati grazie al fatto che i proprietari le avevano lasciate a causa dell’inquinamento delle acque. Questa azione sono convinto che li fara’ ritornare e di conseguenza non ci sara’ spazio e offerta per gli irregolari”.