CCFS, ok bilancio 2017: utile gruppo a 16,8 milioni

32

Bologna 28 giu. – (AdnKronos) – Si è concluso con un bilancio “estremamente soddisfacente” il 2017 di CCFS, il Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo che si prefigge di promuovere e partecipare allo sviluppo e al consolidamento del movimento cooperativo e mutualistico, favorendo la costituzione di nuove cooperative e svolgere attività finanziarie. Alla presentazione in occasione dell’Assemblea che si è svolta a Bologna, negli spazi di Fico,il presidente Lino Versace, l’ad Federico Regard e la responsabile amministrativa Luisa Grazioli hanno illustrato alle oltre 900 cooperative socie il bilancio individuale 2017, il bilancio consolidato e quelli delle aziende partecipate di CCFS: Enerfin , Emiliana Conglomerati, CarServer e CCFS immobiliare.

Il Bilancio individuale 2017 di CCFS chiude con un utile di esercizio di 736.521 euro in linea con il consuntivo e dopo aver effettuato accantonamenti e svalutazioni per complessivi 13,8 milioni di euro. Il bilancio consolidato facente capo al gruppo CCFS ha conseguito un utile di esercizio di 16,8 milioni di euro di cui 9 milioni di pertinenza del gruppo e 7,8 di pertinenza dei terzi. Il Consorzio – si sottolinea in una nota – “ha accelerato la realizzazione dei 3 pilastri del Piano, ossia la riduzione del profilo di rischio, il mantenimento di un equilibrio economico sostenibile e la localizzazione sulla intermediazione creditizia e i servizi finanziari ai soci”.

Sul fronte degli smobilizzi immobiliari nel 2018-20 sono previsti disinvestimenti netti per complessivi 35 milioni. Sulle partecipazioni, rispetto al piano, sono ben avviate trattative che potrebbero portare già nel 2018 realizzazioni di importanti flussi di cassa e di plusvalenze migliorando la solidità patrimoniale. Si è già realizzato l’obiettivo di riduzione dei crediti deteriorati attraverso accantonamenti, attivando operazioni con aziende di standing elevato e bassa rischiosità, si è riqualificato il processo di gestione del credito.

Commentando i risultati Regard ha sottolineato come “il bilancio 2017 CCFS è estremamente soddisfacente in quanto migliora nettamente le previsioni del piano industriale del 2017. I Dati di 2018, inoltre, confermano questa tendenza migliorativa”.

“E’ un risultato – ha continuato Regard – che ci permette di affrontare le profonde trasformazioni che stanno interessando il sistema finanziario delle Cooperative, adeguando rapidamente le nostre strategie alle mutazioni in corso e riaffermando CCFS come uno dei soggetti protagonisti dello scenario nazionale della finanza al servizio della Cooperazione”. Nel suo intervento Versace ha invece voluto sottolineare l’importanza della trasparenza: “Il bilancio è stato recentemente presentato anche agli Istituti di Credito con i quali – ha precisato il presidente – vogliamo continuare a collaborare. Credo infatti che sia possibile creare sinergie che consentano di sviluppare interventi congiunti sulle nostre Cooperative socie”.

Concludendo, Mauro Lusetti, presidente nazionale Legacoop, ha spiegato che “i dati di bilancio dimostrano che il piano industriale presentato lo scorso anno sta dando i risultati sperati e di questo ne dobbiamo andare fieri. Non voglio dire che il momento complicato sia alle spalle ma sia vicino ad essere accantonato sì. Si comincia finalmente a parlare di sviluppo e CCFS con un ruolo non più industriale ma finanziario e un respiro nazionale che trova, in alcune attività, una sua dimensione specialistica”.