Cdp, CdA approva risultati semestrali: utile netto a 1,5 mld di euro, in crescita del 9% rispetto al primo semestre 2021

134
In foto Dario Scannapieco (Imagoeconomica)

Il Gruppo Cdp ha impegnato risorse per 11,5 miliardi di euro, in linea con il primo semestre del 2021 (11,6 miliardi di euro). Il livello degli investimenti attivati è di 28,5 miliardi di euro, con un effetto leva di 2,5 volte le risorse impegnate grazie all’attrazione di capitali addizionali. E’ quanto emerge dai risultati semestrali approvati dal CdA di Cdp.

Nel primo semestre dell’anno, con riferimento al pilastro ”Istituto promozionale di sviluppo”, il Gruppo Cdp ha impegnato risorse per circa 11,5 miliardi di euro, in linea con il primo semestre del 2021 (11,6 miliardi) attraverso 5 linee di intervento: Infrastrutture e Pubblica Amministrazione, Finanziamento e internazionalizzazione delle imprese, Cooperazione internazionale e finanza per lo sviluppo, Equity, Real Estate. Riguardo alle attività relative a Infrastrutture e Pubblica Amministrazione, sono stati impegnati circa 4,1 miliardi di euro. Tra le operazioni a favore della PA, si segnala il rifinanziamento per 2,1 miliardi del debito regionale a condizioni più favorevoli e il sostegno con 37 milioni all’ammodernamento e all’efficientamento della rete idrica in Veneto. In riferimento a Finanziamento e internazionalizzazione delle imprese sono stati impegnati circa 2,5 miliardi di euro. Fra le operazioni più importanti c’è l’accordo con Medio Credito Centrale e Fondo Europeo per gli Investimenti per aumentare di 6,4 miliardi l’impegno di Cdp in favore del Fondo di Garanzia per le PMI volto ad accelerare l’accesso al credito delle piccole e medie imprese. Si evidenzia anche la concessione di un finanziamento di 250 milioni a Gruppo Bcc Iccrea per la realizzazione di progetti delle aziende per la transizione ecologica. Rispetto alla Cooperazione internazionale e alla finanza per lo sviluppo, sono stati impegnati 175 milioni di euro. In questo ambito si segnalano il sostegno con 100 milioni di euro agli investimenti green in Africa attraverso l’accordo con Africa Finance Corporation e l’impegno di 35 milioni di dollari nel fondo AfricInvest IV a favore della crescita delle imprese africane. Con riguardo all’Equity, sono stati impegnati circa 4,6 miliardi di euro. Tra le diverse attività: il contributo alla realizzazione di un vasto piano di investimenti sulla rete autostradale italiana, mediante l’acquisizione di una quota di controllo in Autostrade per l’Italia (ASPI) e la liberazione di risorse per effetto delle dismissioni deliberate nel semestre, come nel caso di B.F. SpA, in applicazione del principio di rotazione del capitale. Si segnala anche il sostegno a iniziative in ambito eolico, con lo scopo di favorire la transizione energetica. Nel settore Real Estate sono stati impegnati 37 milioni di euro. Fra le principali attività si segnalano la creazione di oltre 500 alloggi sociali, tramite progetti promossi dal FIA, e la cessione dell’area di Segrate, al termine di una procedura competitiva a carattere internazionale.

Con riferimento al pilastro ”Advisory e gestione fondi di terzi”, nel corso del semestre il Gruppo Cdp ha ulteriormente aumentato il proprio sostegno alla PA, potenziando le attività di advisory per la realizzazione di investimenti e di gestione di mandati su fondi pubblici. In questo ambito, si ricorda la firma dei Piani di Attività a beneficio di sei amministrazioni titolari degli interventi Pnrr e il lancio della piattaforma ‘Capacity Italy’. Cdp segnala, poi, la gestione di oltre 800 milioni a sostegno della PA anche in ambito Pnrr e gli interventi a favore dei Paesi in via di Sviluppo, tramite il Fondo Rotativo per la Cooperazione allo Sviluppo. Infine, riguardo al pilastro ”Strategie settoriali e policy di finanziamento e investimento”, il Gruppo ha avviato i lavori per la definizione di strategie settoriali e policy di finanziamento e investimento che consentano di indirizzare i propri interventi nei settori in grado di generare un maggiore impatto positivo per il Paese. A tal riguardo, si segnala la pubblicazione delle prime tre linee guida strategiche settoriali dedicate a transizione energetica, infrastrutture sociali e digitalizzazione, l’approvazione della policy di finanziamento sostenibile e del Piano Esg per definire gli obiettivi di sostenibilità di Cdp in linea con le migliori pratiche internazionali.