Centri campani per l’impiego, via al concorso per 700 addetti

449

“Ieri abbiamo varato la task force degli assessorati per lanciare al più presto il concorso per 700 nuovi addetti ai centri per l’impiego in Campania. Andremo avanti rapidamente per assumere i dipendenti a tempo indeterminato, senza creare nuove sacche di precariato”. Lo afferma l’assessore al lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri sottolineando i primo provvedimenti assunti dalla riunione di giunta regionale di ieri sul concorso per i centri per l’impiego. La Campania ha infatti detto no all’assunzione dei 471 navigator assegnati dal governo per l’esecuzione della fase due del reddito di cittadinanza e punta a rendere più efficienti i centri per l’impiego: “Siamo sempre stati chiari – spiega Palmeri – sulla vicenda dei navigator reclutati da Anpal Servizi, fin dall’inizio abbiamo sempre detto che il potenziamento centri impiego va fatto in maniera strutturale, con contratti a tempo indeterminato, perché è un lavoro in cui è molto importante fare squadra e far parte organica della pubblica amministrazione. Ci vogliono dipendenti regionali non collaboratori, abbiamo già tante sacche di precariato e illudere altre 471 persone non fa per noi. Abbiamo aspettato otto mesi che ci fosse l’attuazione del comma 258 della legge di bilancio sul potenziamento dei centri impiego, ora siamo pronti ad accelerare”