Centro storico Unesco, contributi per edifici privati. C’è il bando, Iniziativa advisor per Comune di Napoli

55
in foto il centro storico di Napoli

Contributi per il recupero e l’efficientamento delle parti comuni degli edifici privati del Centro storico di Napoli sito Unesco: il Comune di Napoli ha pubblicato il bando per l’affidamento della gestione del fondo di garanzia. La società Iniziativa è advisor dell’ente di Palazzo San Giacomo nella definizione dello strumento di ingegneria finanziaria e per la scelta del gestore del fondo di garanzia per l’accesso al credito bancario da parte di privati (condomini, proprietari e aventi titolo in genere) che vogliano realizzare interventi di manutenzione, recupero e trasformazione di facciate, coperture e spazi comuni di edifici localizzati nel centro storico di Napoli – sito Unesco.
La procedura è rivolta a tutti gli iscritti negli albi di banche, intermediari finanziari e altri soggetti che possono esercitare in Italia attività bancaria. Il soggetto selezionato stipulerà una convenzione con il Comune di Napoli per 13 anni per la gestione tecnica, amministrativa, finanziaria e contabile del fondo di garanzia, la cui dotazione iniziale è di 14.580.000 euro.
Il Fondo punta a facilitare l’accesso al credito bancario agevolato attraverso la concessione di garanzie e contributi in conto interessi a copertura di finanziamenti a medio-lungo termine erogati da banche, intermediari finanziari.
Gli incentivi potranno essere utilizzati anche per redazione del progetto, esecuzione dei lavori edilizi, attività propedeutiche per accedere alle detrazioni fiscali per ristrutturazione, riduzione del rischio sismico con riqualificazione energetica e recupero o restauro delle facciate, superbonus e altri.
I fondi promuoveranno la riqualificazione del patrimonio edilizio del sito Unesco (2.371 ettari con circa 13.000 edifici a uso residenziale).
Il progetto sarà aggiudicato sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa, e le domande potranno essere presentate fino alle ore 12 del prossimo 21 febbraio. L’importo a base di gara è € 1.380.000 oltre IVA.
Gli atti di gara sono disponibili sul sito del Comune di Napoli agli indirizzi: www.comune.napoli.it/bandi https://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/43743
https://acquistitelematici.comune.napoli.it