Cesaro su fondi per attrattori culturali campani: Sviluppiamo nuova economia

63

 

“La varietà e l’estensione degli investimenti previsti dal MiBACT in favore degli attrattori culturali campani (35 milioni di euro) e approvati ieri dalla Conferenza Stato Regioni rappresentano una concreta manifestazione della volontà più volta ribadita dal Governo di investire sull’asset beni culturali come volano per la crescita dell’economia e dell’occupazione della Regione”. Così ha commentato il Sottosegretario ai beni culturali e al turismo, Antimo Cesaro. “La riqualificazione urbana del Rione Sanità e delle Catacombe di San Gennaro, gli interventi per il recupero e la manutenzione degli spazi verdi di Carditello, Capodimonte e Reggia di Caserta, il restauro dell’Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere, lo sviluppo della Giffoni Multimedia Valley sono tasselli di un disegno organico che, una volta portato a compimento, andrà ad incidere positivamente anche nella diffusione sul territorio regionale dei circuiti turistici, ad oggi troppo concentrati nella città di Napoli. Nell’ottica di una virtuosa economia della cultura il restauro e la manutenzione di un monumento o un’area archeologica –ha concluso- devono infatti avere la stessa importanza di un percorso turistico per persone con disabilità, un parco ben curato e fruibile da tutti, o la costruzione di un’area destinata a sviluppare attività di formazione e produzione cinematografica per i giovani”.