Cessione in vista
C’è una cordata

28

Due aziende campane, una emiliana e una piemontese sono i neo proprietari di Firema, il gruppo casertano di manifatture ferroviarie in amministrazione controllata. I membri campani della cordata che, con il Due aziende campane, una emiliana e una piemontese sono i neo proprietari di Firema, il gruppo casertano di manifatture ferroviarie in amministrazione controllata. I membri campani della cordata che, con il via libera del ministero dello sviluppo economico, acquisisce il controllo dell’azienda evitando peraltro che finisca in mani straniere sono la Cometav di Torre Annunziata e la Mini di Napoli. La prima è un consorzio che si occupa di riparazioni ferroviarie e che già lavora come appaltatore di Trenitalia. Mini ha le stesse competenze ma si occupa anche di produzione di materiale per aziende di trasporto su ferro. A capo della cordata c’è invece la Blutec, una newco che nasce dall’accordo tra Metec e Stola e che già si occupa del rilancio dello stabilimento Fiat di Termini Imerese, in Sicilia, attraverso la produzione di auto ibride. Completa la squadra Wegh Group, società con sede a Fornovo di Taro ( Pa rma ) specializzata nella progettazione di linee ferroviarie, tramvie, metropolitane, impianti per armamento ferroviario. Dopo il via libera del ministero competente la nuova proprietà di Firema si occuperà della predisposizione del piano industriale da presentare al mercato.