Champions, Real-City 3-1: Ancelotti in finale contro Liverpool di Klopp

14

(Adnkronos) –
Il Real Madrid batte il Manchester City 3-1 dopo i supplementari nel ritorno della semifinale di Champions League e, ribaltando la sconfitta per 4-3 all’andata, si qualifica per la finale: il 28 maggio, a Parigi, la squadra di Ancelotti – che ha appena vinto la Liga – affronterà il Liverpool. Per il City di Guardiola, un’eliminazione da incubo. Avanti al 73′ con il gol di Mahrez, i citizens si fanno raggiungere al 90′ da Rodrygo che al 91′ concede il bis e firma l’incredibile rimonta: 2-1, supplementari. Al 95′ il timbro di Benzema che si procura e trasforma un rigore: 3-1, Real in finale. 

LA PARTITA – Il Real prova a farsi vivo al 5′ con il colpo di testa di Benzema, che non inquadra la porta. Il City impegna Courtois con De Bruyne e Bernardo Silva. Gli spazi non abbondano, gli errori sì. Gli attacchi non pungono e bisogna aspettare il 40′ per un altro brivido: Foden prova, Courtois risponde. Il Real prova ad accelerare in avvio di ripresa e al 46′ Vinicius spreca la chance per il vantaggio. Benzema non viene mai innescato, il City congela il pallone e non rischia. 

Guardiola getta nella mischia Gundogan, che lascia subito il segno: apertura per Bernardo Silva, che può infilarsi nelle maglie larghe della difesa iberica. Palla a Mahrez che taglia da destra e con un mancino potente buca Courtois sul primo palo: 0-1 al 73′. Il Real accusa il colpo e non riesce a imbastire una reazione. Il City sembra controllare senza troppi patemi e sfiora il raddoppio con Grealish, vicinissimo al gol in un paio di occasioni. Mendy salva sulla linea, Courtois ci mette un piede: il Bernabeu può sperare. 

E all’improvviso, quando il finale sembra scritto, il Real risorge. Al 90′ Benzema fa sponda e offre a Rodrygo, che anticipa l’uscita di Ederson e insacca: 1-1. Il Bernabeu si infiamma, il Real va all’assalto e pareggia. Cross da destra, Rodrygo decolla e colpisce di testa: 2-1. Prima della fine dei tempi regolamentari l’indemoniato Rodrygo sfiora il tris, ma Ederson si oppone. Si va all’overtime e il Real Madrid cala il tris. Fallo di Dias su Benzema, rigore solare. Il francese dal dischetto non sbaglia, 3-1 al 95′. Il City, alle corde, prova a rimettersi in carreggiata. Al 105′ Courtois deve salvare in tuffo sull’incornata di Foden, Fernandinho non trova il pallone per il tap-in. Il secondo tempo supplementare scorre via senza che si giochi: i blancos fanno muro e spezzano le manovre avversarie. Il City non tira mai, il Real vince 3-1: Ancelotti in finale.