Che vergogna un libro dedicato a Zidane, che dopo la testata a Materazzi non merita più le attenzioni di nessuno

64

Senza quell’episodio da teppista forse l’Italia non avrebbe vinto la sua quarta Coppa del Mondo. Accadeva domenica 9 luglio 2006 a Berlino. Sarebbe stato meglio che non fosse mai accaduto per la lealtà verso lo Sport e la dignità di chi continua ad ammirarlo. Gli italiani hanno la memoria corta e dimenticano facilmente, come i bambini col singhiozzo. Basta distrarli perché gli passi. C’è addirittura chi non si vergogna di scriverne la prefazione pur di avere un po’ di visibilità. Ha dimenticato anche lui nonostante sia stato un politico che lamentava certe dimenticanze degli elettori.

Nessuno dei pensatori che si esibiscono ogni giorno sui giornali e nei talk show ha ipotizzato un malore o altra causa
Quello di Alex Zanardi non è stato un incidente di quelli abituali. Come i ragazzi che il sabato escono dalla discoteca ebbri ed eccitati. Sperano, come tutti, come ovviamente anche noi, che sopravviva. Nessuna analisi né considerazione, solo dispiacere e auguri. Durante una passeggiata sociale è finito sotto un tir che procedeva a 40 km/h e il cui autista non aveva bevuto né assunto droghe. Solo un Dj scrisse “Se l’è cercata”. Poi si è scusato. Ma non c’era andato lontano. Né si è pensato che chi vive da anni su una sedia a rotelle, in un momento di sconforto. possa cercare di farla finita.

In questa società dissoluta, persino i sapienti – come tanti ignoranti – si sono ridotti a scommettere sulle previsioni
Si è innestata una strana e sciocca competizione tra scienziati. Il sapere non c’entra, ma vanità e visibilità purtroppo sì. Forse anche un po’ di rincoglionimento. E la politica si affretta a sfruttarne le debolezze. La salute, come qualsiasi altro interesse dei cittadini, passa in secondo piano. Persino Premi Nobel e un’infinità di millantatori, fanno previsioni sul contagio futuro. Il virus si è indebolito o si rafforzerà in autunno? Tutto è possibile in una pandemia di cui si sa ancora molto poco. Quindi, perché rischiare la figura di merda in caso di errore e nessun compenso se dovessero indovinare?

Noi, invece, sempre dalla parte di chi delinque, processiamo chi lo fa arrestare e i carabinieri che hanno eseguito
Certo l’arresto di un uomo di 89 anni per evasione dai domiciliari – mentre è a cena con l’ex moglie, senatrice della repubblica, con cui, però, chissà come mai continua a convivere – suscita tristezza. Per fortuna non va in prigione, ma in un lussuoso albergo del Lungomare Caracciolo a Napoli. All’epoca di Pio VII, quando arrivò la ghigliottina, i romani portavano i figli ad assistere alle decapitazioni perché vedessero come finisce un criminale. Mostriamo questo triste quadretto ai nostri ragazzi perché capiscano l’umiliazione che subisce chi  invecchia non avendo rispettato le leggi.

Dopo tante incertezze e riflessioni si è finalmente appurato che il Coronavirus è di sinistra
Da un po’ di tempo gli italiani sono divisi proprio in tutto. Ci si chiede come sia possibile che un popolo che parla la stessa lingua, è soggetto alle medesime leggi e crede nello stesso Dio, possa avere opinioni così discordi in qualsiasi settore del pensiero. Persino sul contagio del Covid-19. Essendo, grazie a internet, persino la scienza argomento di dibattito, chiunque ha il diritto di dire la propria. Chi è di sinistra, segue i consigli dei virologi che raccomandano la mascherina e distanza di sicurezza. Chi è di destra, invece, sollecita tutti ad abbracciarsi, tanto il virus non esiste più.

La storia – che gli ignoranti non sanno essere maestra di vita – si ripete e le file dei grillini si assottigliano sempre più
Cari M5S vi accorgete ora dei danni che provoca la democrazia diretta di cui siete sostenitori e stoltamente orgogliosi? Vengono eletti ignoranti sconosciuti che adesso migrano altrove. Non sono traditori, come impropriamente li definite. Sono italiani. L’indole di questo popolo senza dignità che un tempo spacciavamo per eroi, poeti, santi e navigatori, è di voltare gabbana per un piatto di lenticchie e saltare sul carro del vincitore. Hanno pugnalato Giulio Cesare, Mussolini, Craxi e per ben due volte Prodi, per citare i casi più celebri. Perché dovrebbero essere fedeli a  sprovveduti come voi?

Ci deve essere un altro virus nell’atmosfera – oltre al Covid-19 – che ci fa agire in modo disumano e inspiegabile
Neppure all’età della pietra. Meno male che l’economia non ne risente. La follia non basta per giustificare ciò che succede In Italia. Se accadesse nel meridione potremmo capire. Ma oggi è accaduto nella civilissima provincia di Lecco, dove una famiglia milanese trascorreva le vacanze. “Non rivedrai più i tuoi figli”, l’ultimo whatsapp alla moglie che intendeva separarsi. Per farle dispetto ha strangolato i loro figli, due gemelli di 12 anni. Poi, si è buttato da un ponte. Siamo diventati più crudeli degli animali che affrontano la morte pur di proteggere i cuccioli. Noi invece li uccidiamo.