Chi è Aliot, compagno di Le Pen e possibile ‘premier monsieur’

31

Parigi, 24 apr. (AdnKronos) – Due volte divorziata, madre di tre figli, Marine Le Pen ha da tempo come compagno il vice presidente del suo partito, Louis Aliot. Ma lui si è tenuto molto defilato dalla campagna elettorale e ha già fatto sapere di non voler ricoprire alcun ruolo pubblico di ‘premier monsieur’, né aspirare ad un posto di governo. La stessa Marine ha escluso ogni possibile incarico governativo sia per il compagno che per la nipote, la deputata Marion Marechal Le Pen. Figlia del fondatore del partito, Le Pen vuole dissipare infatti l’impressione di un partito troppo basato sui legami familiari del suo clan.

“Non si elegge una coppia all’Eliseo, ma un uomo o una donna. I compagni e le compagne non dovrebbero aver nulla da dire. E neanche installarsi all’Eliseo”, dice Aliot citato nel libro ‘Le couloir de madame’ (‘Il corridoio della signora’) recentemente pubblicato dalla giornalista Alix Bouilhaguet. “Il rispetto delle istituzioni” impone di “non immischiarsi di politica se si vive a fianco del capo di Stato”, afferma ancora nel libro ‘Uomini di…’) di Berengère Bonte.

Deciso a farsi da parte – già nel 2015 aveva detto che avrebbe lasciato la politica nel caso la compagna fosse approdata all’Eliseo – Aliot è uno storico militante del Front National al quale ha aderito all’età di 21 anni. E’ stato eletto per la prima volta nel 1998 nel Consiglio regionale del Midi-Pirenei e l’anno successivo è diventato direttore del gabinetto del leader del partito Jean Marie Le Pen, padre di Marine. Segretario generale del FN fra il 2005 e il 2010, ne è poi diventato vice presidente.

Alto 1,96 e con un fisico da rugbista, sport che ha praticato a lungo, il 47enne Aliot è divorziato e padre di due figli. E’ compagno di Marine, di un anno più grande, dal 2009. La loro relazione è nota, ma non viene particolarmente esibita. Nel 2014, la coppia smentì le voci di una loro separazione con la foto di un bacio su Twitter.

Nel 2013 i media denunciarono che Marine lo stipendiava come suo assistente all’europarlamento, ma lei si difese dicendo che non erano né sposati né in regime di unione civile. Diventato a sua volta europarlamentare, Aliot è stato poi accusato di aver dato un impiego fittizio di assistente ad un funzionario della sede centrale del partito.

Avvocato ed esperto di diritto costituzionale, Aliot è nato a Tolosa, di cui conserva il fonte accento meridionale. Le vicende della sua famiglia sono strettamente legate alla guerra d’Algeria: il padre, artigiano stuccatore, vi ha combattuto come soldato; la madre, figlia di un ebreo algerino naturalizzato francese, fu tra i coloni che arrivarono in Francia dopo l’indipendenza del paese arabo. Entrambi i genitori, provenienti da ambienti di sinistra, si spostarono su posizioni della destra nazionalista negli anni della decolonizzazione.