Chiesa, San Gennaro ripete il miracolo

24

Si è ripetuto a Napoli il prodigio del miracolo di San Gennaro. L’annuncio della liquefazione del sangue è stato accolto alle 10.13, nella cappella del Tesoro di San Gennaro, da un lungo applauso dei fedeli presenti. Il ripetersi del miracolo è letto come un buon auspicio per la città di Napoli e per la Campania. Quella di oggi è la terza ricorrenze dell’anno in cui si ripete il prodigio. Le altre due sono il 19 settembre, giorno di San Gennaro, patrono di Napoli, e il sabato che precede la prima domenica di maggio.
Il sangue era già sciolto al momento dell’apertura della cassaforte dove vengono custodite le reliquie del sangue. È stato lo sventolio del fazzoletto da parte della Deputazione della Cappella del Tesoro di San Gennaro a conferire l’ufficialità al miracolo avvenuto, mentre monsignor Vincenzo De Gregorio, abate prelato della Cappella, mostrava l’ampolla contenente il sangue del santo ai fedeli riuniti in preghiera.