Chinotto Neri salta sull’alta velocità

46

Accordo con Trenitalia: la bevanda sarà welcome drink a bordo di tutti i convogli del gruppo Decisivo il ruolo di Elior, la società di ristorazione collettiva che può diventare partner strategico Accordo con Trenitalia: la bevanda sarà welcome drink a bordo di tutti i convogli del gruppo Decisivo il ruolo di Elior, la società di ristorazione collettiva che può diventare partner strategico A prima vista è una buona operazione di marketing. In realtà l’accordo appena sancito tra Ibg, Elior e Trenitalia getta le basi per lanciare, in ambito internazionale, un marchio in forte crescita come Chinotto Neri. La bevanda distribuita dall’azienda dell’imprenditore Rosario Caputo, infatti, sta già riconquistando con successo il mercato italiano, dove ha una storia che affonda le radici nell’immediato dopoguerra del secolo scorso. Ora, però, Caputo punta a crescere anche nel mondo. Si spiega così, per esempio, l’accordo già sancito con Eataly per ospitare il Chinotto Neri nell’area espositiva di Bari della multinazionale italiana del settore enogastronomico. Il drink di benvenuto Da oggi chi sale sui treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca riceve, come welcome drink, una bottiglietta di Chinotto Neri da gustare prima e durante il viaggio. Per capire qual è il valore reale dell’operazione basta dare uno sguardo ai dati di Trenitalia, che parlano di una media viaggiatori di circa 40 milioni l’anno. Questo per dire che la presenza di Chinotto Neri nelle carrozze di Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca può assicurare al brand, e alla Ibg, il definitivo salto di qualità in termini di immagine. Un partner internazionale Decisivo, nella definizione dell’intesa, il ruolo del gruppo Elior, una società che si occupa di ristorazione collettiva, nata in Francia ma con un profilo internazionale che negli anni le consente di diventare il terzo operatore d’Europa per volume d’affari e clienti. Proprio la Elior si occupa della gestione dei servizi di vettovagliamendo a bordo dei convogli del gruppo Trenitalia. “Il raggiungimento di questa intesa con Elior – dichiara Caputo – leader assoluto nel proprio settore, ci consente di entrare in contatto con circa 20 milioni di passeggeri all’anno. La presenza sui treni dell’alta velocità di Trenitalia rafforza il radicamento di Chinotto Neri sul mercato e premia la politica di espansione del nostro brand. Oggi, con la gamma Chinotto Neri, siamo presenti in diversi punti vendita d’eccellenza, sparsi su tutto il territorio nazionale e che ci stanno dando grandi soddisfazioni da un punto di vista commerciale”. Il brand Chinotto Neri fa parte della famiglia della Ibg dal 2000, quando l’azienda campana ne rileva la titolarità. Dal 2012 la produzione viene trasferita a Buccino, in provincia di Salerno, presso uno stabilimento all’avanguardia dal punto di vista delle tecnologie oltre che ecosostenibile grazie all’alimentazione energetica assicurata dalla presenza di pannelli fotovoltaici su una superficie di 7 mila metri quadri.