Chissà se il Santo Protettore degli Usa si servirà del casino che sta creando da Trump per aggiornare la tradizione

135

Sembra che la legge elettorale sia fatta per creare equivoci e contestazioni. Oggi non sembra solo inadeguata ma pure pericolosa, in un paese dove circolano tante armi. Dal 1788, quando fu eletto George Washington, le modifiche sono state insignificanti. Serve una riforma profonda, moderna. Perché eleggere delegati e non direttamente il Presidente? Così, può capitare che a vincere non sia chi prende più voti. Molto grave, però, è che l’insediamento alla Casa Bianca avvenga due mesi e mezzo dopo. Mentre lo sconfitto rimane in carica con pieni poteri e il rischio di combinare guai.

Una volta se la palla non rimbalzava si sospendeva la partita. Oggi si gioca anche in campi che sembrano piscine

Il campionato è instancabile, non si arrende di fronte al Covid né a altri ostacoli. Tanto sono giovani e prima o poi si raggiungerà l’immunità di gregge. Non ci si può fermare, neppure se scoppia una guerra, figuriamoci una pandemia. Ci sono troppi interessi. Anche se i risultati sono falsati bisogna andare avanti. A Crotone c’è stato un nubifragio proprio sullo stadio. Si nuotava come in piscina. Le strade adiacenti trasformate in torrenti, la metà dei giocatori positivi, ma gli incontri continuano, non è possibile sospenderli. Se chiediamo agli italiani di stare a casa, diamogli almeno il Calcio.

Adesso ci si mette anche lei, Santità, a creare problemi al paese e ai fedeli. È proprio necessaria la Messa di Natale?

Anche lei, giù le mani dal Natale? La funzione sarà la più affollata del suo pontificato. Migliaia di fedeli sono assetati di trasgressione. E se questa Messa producesse gli stessi effetti nelle discoteche in Sardegna? San Pietro sotto accusa come il Billionaire. Lei come Briatore. Ma senza business. In questo momento più che alla salvezza delle anime si deve pensare a quella del corpo. Perché non celebrare online, come le lezioni nelle scuole superiori? Meglio ancora in TV. Se la immagina la terza ondata causata dall’Acqua Santa? Sono già in tanti a creare problemi a questo povero paese.

Avremmo preferito che Maradona fosse uno di noi, ma il genio è eccentrico e non può essere un uomo normale

Non è stato solo il più grande calciatore di tutti i tempi. Ma soprattutto l’instancabile difensore della povera gente. Lo abbiamo idolatrato e sfruttato finché si è esibito. Lo mettemmo da parte quando non servì più per produrre denaro e successo. Divenne per tutti il drogato, l’evasore fiscale, lo stravagante che metteva al mondo tanti figli con donne diverse. Cominciarono i processi e le critiche. Solo a Napoli è sempre stato l’eroe. Lo hanno considerato il Mozart, il Dante Alighieri, il Caravaggio del Calcio. Il resto dell’umanità, non ha meritato la genialità che lo ha reso immortale.

Chissà quanti ne porterà con sé nell’Aldilà con tanta gente che impazza per le strade e se ne frega del pericolo Covid

Gli ottimisti prevedevano che il Covid, con le tante tragedie che lo accompagnano, avrebbe cambiato il nostro modo di vivere. Purtroppo sbagliavano. La gente è sempre più in cerca di occasioni per trasgredire le regole, persino quando ne va della propria vita. Pretendono sempre più libertà di cui non conoscono il significato né i limiti. Quindi, non sanno goderne. Più che il vaccino è urgente una forte immissione di cultura. Migliaia di persone sono scese per le strade per osannare l’eroe scomparso. Anche i giornali e le Tv titolano che è morto un Dio, istigando le greggi stupide a venerarlo

La voglia incosciente di festa e shopping, non ha nulla di cattolico. Rischiamo di trasformare il Natale in rito pagano

Si ha ragione di temere che se non si celebra la Messa di mezzanotte quest’anno Gesù non possa nascere. Chi l’ha detto che Il Natale è un momento di riflessione e raccoglimento. Dopo tanti mesi di reclusione, meritiamo un po’ di mondanità e di shopping. Si addobbano alberi e presepi perché piacciono ai bambini. Ma gli adulti hanno bisogno di emozioni più forti. Pazienza se ci sarà qualche migliaio di decessi in più. Il mondo è bello perché vario. C’è chi piange i morti e chi vuole sentirsi vivo. Però, non si renda complice, Santità. Sono questi i mercanti di oggi. Li cacci dal tempio.

Quando in due anni si perdono due terzi dei voti, persino nelle case di tolleranza ci sarebbe un ricambio di hostess

Invece sono sempre gli stessi a comandare. Anzi, Di Maio auspica di pesare di più nel governo. Casaleggio sta sempre in mezzo per diritto ereditario. Grillo, un tempo guru, oggi è una mezza sega che sostiene la Raggi, pur sapendo che sarà un flop. Questi personaggi sono i meno indicati a risolvere i problemi del movimento. Hanno primeggiato finora assieme ad altri mediocri. Dovrebbero farsi da parte, ma non c’è chi può sostituirli. Ora c’è la proposta di diventare un partito. Il vignettista Giannelli suggerisce di modificare atteggiamento e logo. Anziché M5Stelle, meglio M4Gatti.