Cia, agricoltori in piazza a Napoli contro il ritardo nei pagamenti

58
in foto Alessandro Mastrocinque, presidente di Cia Campania

Agricoltori in piazza oggi a Napoli per la mobilitazione promossa dalla Cia, la Confederazione italiana agricoltori, della Campania. Il corteo, partito da piazza Municipio, raggiungerà la sede della Regione in via Santa Lucia dove è previsto un presidio. L’associazione chiede tempi certi sui pagamenti, la difesa dei prezzi dei prodotti degli agricoltori, la promozione e la difesa delle produzioni campane, politiche e strutture per rendere agevole il Piano di Sviluppo rurale. “Manifestiamo – dice il presidente di Cia Campania, Alessandro Mastrocinque alla partenza del corteo – per denunciare il ritardo dei pagamenti per gli agricoltori. Abbiamo difficoltà sui Psr, abbiamo speso soltanto l’8 per cento, una cosa gravissima per una regione vocata all’agricoltura come la Campania. In più chiediamo una governance effettiva, cioè un assessore all’agricoltura che sia dedicato e abbia tutti gli strumenti per indirizzare le politiche”. “Un altro problema che abbiamo – aggiunge Mastrocinque – è quello delle strutture territoriali regionali che sono sottodimensionate e non riescono a smaltire tutte le pratiche degli agricoltori. Chiediamo a gran voce che ci sia una ristrutturazione complessiva della macchina dell’assessorato all’agricoltura per dare risposte agli agricoltori, altrimenti un comparto cosi’ importante come questo in Campania rischia di disperdersi e sprecare opportunità di crescita, di posti di lavoro, di cibo. Noi siamo la regione del Sud che esporta il maggior numero di agrolimentare nel mondo e non possiamo non sfruttare le opportunità che ci danno il Psr, i fondi europei e l’Europa”.