Cibo a domicilio, a Napoli il panuozzo è il nuovo re del Digital Food Delivery

163

Maschio, giovane, con un’età compresa tra i 25 e i 36 anni e impiegato. È questa la fotografia tipo del napoletano maggiormente affezionato al digital food delivery. Lo rivela la seconda edizione della “Mappa del Cibo a Domicilio in Italia” realizzata da Just Eat, una delle principali app dedicate al cibo. Stando all’indagine, condotta in 20 città italiane, nel capoluogo campano cresce il numero degli utenti così come quello dei ristoranti, + 44%, che si affidano all’app per incrementare e diversificare il loro business. Il piatto maggiormente richiesto dai napoletani, in questo periodo, e’ il panuozzo, sia nella versione salata che dolce, che registra un +473% di ordini anno su anno. A seguire i gelati, +284%, e, a chiudere il podio, gli hamburger, +143%. Vince la sfida della cucina etnica quella cinese che fa registrare un + 133%. Regina incontrastata degli ordini resta comunque la pizza, seguita dai panini con gli hamburger. Non mancano comunque tra le specialita’ ordinate a domicilio la frittura mista, i crocche’ e gli gnocchi alla sorrentina. Se i giovani impiegati sono i piu’ affezionati al digital food delivery, i millennials rappresentano ben il 60% dei clienti dell’app, seguiti dalle famiglie che crescono del 14%. E se gli studenti si piazzano al secondo posto della rilevazione, i professionisti sono quelli che spendono di piu’ per ogni ordine effettuato. Le donne – in ogni caso seconde rispetto agli uomini in termini di ordini – sono le piu’ propense a restare fedeli ai locali gia’ scelti ma le meno disposte alla sperimentazione di cucine etniche. Unica eccezione il sushi, specialita’ giapponese che resta in assoluto tra le preferite. Per tutti, infine, il giorno della settimana piu’ propizio per gli ordini di cibo a domicilio e’ il sabato sera.