Cicero (Valore Impresa): “Necessario raccordo tra università e mondo imprenditoriale”

8

Roma, 5 lug. (Labitalia) – Al via la seconda edizione degli Stati generali delle piccole imprese e delle professioni, promossa da Valore Impresa, il network nazionale che rappresenta le piccole imprese i professionisti. Si rinnova così l’impegno di Valore Impresa anche per rispondere alle domande che arrivano dal mondo dei giovani e delle università presenti agli Stati generali con una rappresentanza dei maggiori atenei italiani che hanno il desiderio di fare impresa e mettersi in gioco ma che non ne hanno ancora i mezzi.

“E’ necessario -spiega Gianni Cicero, presidente di Valore Impresa e promotore dell’evento- creare un equilibrio tra mondo delle scuola e mondo del lavoro, nello specifico è necessaria un’attività di raccordo concreto tra mondo universitario e mondo imprenditoriale, inserendo da una parte gli studenti nelle aziende di Valore Impresa con l’intercessione delle agenzie provinciali del lavoro secondo l’attività di stage e dall’altra favorire il sostentamento di start up con l’inserimento di tutor imprenditoriali”.

“Affiancare ai giovani -suggerisce- la figura di imprenditori che hanno già esperienza e hanno già un consolidato posizionamento nel mercato dove la start deve operare, eviterà la solita iniziativa di finanziamento asettica che salverà il naufragio dell’attività imprenditoriale. Un azione di tutoraggio in tal senso favorirà soprattutto le giovani leve imprenditoriali”.