Cina, balzo record per l’export del made in Italy

39

Nei primi sei mesi del 2021, secondo il report dell’Ufficio di Statistica della Dogana cinese, l’ interscambio commerciale tra Cina e Italia ha raggiunto i 34,93 miliardi di dollari, con un aumento del 46,5% su base annua. In questo contesto – scrive MF – la vendita del Made in Italy in Cina ha raggiunto quota 15,48 miliardi, con un incremento straordinario del 72,2% su base annua, mentre l’ export della Cina in Italia ha sfiorato i 19,5 miliardi, il 31% in più rispetto alla prima metà del 2020. Inoltre, nel confronto con i principali Paesi membri dell’ Ue, sia l’interscambio commerciale tra i due Paesi che l’export del Made in Italy in Cina si sono piazzati al primo posto. La Cina – si legge su MF – si conferma il primo partner commerciale del Belpaese nel continente asiatico, mentre l’Italia rappresenta il quarto partner commerciale della Cina all’interno dell’ Unione europea. L’Italia è anche il paese Ue che ha firmato il maggior numero di accordi per la vendita di prodotti agroalimentari in Cina. Dall’inizio dell’ emergenza sanitaria – sottolinea MF – dovuta al Covid-19, grazie al supporto vicendevole nella risposta alla pandemia e alla collaborazione nella ripresa delle attività produttive, lo spirito della cooperazione sino-italiana non ha subito contraccolpi. La ricercatrice dell’Istituto di ricerca europea dell’ Accademia delle Scienze sociali cinese e segretaria generale della ricerca italiana della Chinese Association for European Studies, Sun Yanhong, ha ricordato in un’intervista che nel 2020, a causa delle conseguenze provocate della pandemia di Covid-19, la quota commerciale delle merci nell’ ambito globale ha registrato un calo del 5,6%, tuttavia i dati dell’ import-export tra Cina e Italia hanno raggiunto un record di 55,18 miliardi di dollari.