Cina, il design “made in Milano” sale in cattedra: accordo Politecnico-Newton Business School

21

POLI.design, società consortile del Politecnico di Milano che insieme alla Scuola del Design e al Dipartimento di Design forma il “sistema design” dell’ateneo – un aggregato di risorse, competenze, strutture e laboratori tra i più importanti al mondo – ha siglato un accordo con la Newton Business School confermando così la sua natura internazionale e la forte e diffusa presenza in Cina. L’accordo si unisce a quelli già siglati con il China industrial Design Association (Cida), la Guangzhou Design Week ed il Yaok Training, tutte tra le più importanti istituzioni locali in termini di formazione e design. Favorire la formazione attraverso corsi on demand e master di specializzazione, promuovere concorsi, eventi, study tour a Milano creare progetti dedicati alla creatività, sviluppare collaborazioni con aziende e imprenditori locali sono alcuni degli obiettivi alla base dei quattro accordi conclusi da POLI.design sotto la regia di Matteo Ingaramo e Francesco Zurlo, rispettivamente ad e presidente della società consortile. Quattro istituzioni molto differenti tra loro ma tutte consolidate all’interno del territorio. La Newton Business School è la principale fashion business school in Asia con 20 anni di storia e con ben tre sedi in Cina: Shenzhen, Shanghai e Pechino. Tra i suoi partner internazionali conta il London College of Fashion, Royal College of Art, Oxford University, Cambridge University, University of London, Churchill University ecc. Il China Industrial Design Association (CIDA) è l’unica organizzazione industriale a livello statale in Cina. Il Cida, fondato nel 1979 per promuovere uno sviluppo economico e sociale sostenibile di alta qualità, è una istituzione costituita da Università cinesi e internazionali, Istituti di Ricerca, Aziende di Design, Imprese di Produzione, Parchi Industriali e Organizzazioni di Promozione, che copre oltre 30 settori e che si occupa dell’educazione dei talenti, di offrire servizi legati al mondo del design, transazioni e trasformazioni di proprietà intellettuale, formando così una piattaforma di servizio pubblico sociale. La Guangzhou Design Week è stata invece fondata nel 2006 e vanta più di 14 anni di attività con una missione ben precisa: promuovere il design attraverso il business. Questo le ha permesso di diventare il più influente e grande evento commerciale annuale nell’industria del design cinese. Infine, il Yaok training, primo istituto cinese di formazione nel settore del lusso è l’unico istituto di formazione incaricato dal governo cinese a rilasciare certificati per la gestione di progetti di formazione nel lusso che può vantare consolidati rapporti di cooperazione con gruppi e brand del lusso internazionali. Proprio in quest’ultimo ambito l’istituto si occupa di ricercare e formare talenti. Un lavoro importante del management team che da anni ormai collabora con primarie istituzioni come l’istituto LanTao Culture Development di Pechino, con il quale sono stati realizzati precedenti prodotti formativi e master universitari (Mieid) e con cui attualmente in corso l’International Executive Master in Design Strategy and System Innovation diretto proprio da Francesco Zurlo o la Tongji University-Shanghai con la quale si promuove, in collaborazione anche con il MIP Graduate School of Business, il master in Design Management for Innovative Environments diretto da Francesco Scullica.