Cina, inaugurata a Shanghai la prima filiale cinese di Enel X

50

E’ stata inaugurata a Shanghai la prima filiale cinese di Enel X. Lo rende noto il consolato italiano a Shanghai in un comunicato stampa. L’evento si e’ svolto con una cerimonia aperta dal videomessaggio dell’ambasciatore d’Italia in Cina Luca Ferrari, dall’intervento del console generale d’Italia a Shanghai Michele Cecchi, dai videomessaggi e interventi in collegamento dell’amministratore delegato di Enel X Francesco Venturini, del direttore amministrativo di Enel X in Cina Gianmaria Riccardi e dall’intervento del general manager di Enel X Cina Lucian Ion. Presenti anche leader del governo di Shanghai, in particolare rappresentanti della Commissione municipale per l’Economia e l’informatizzazione e della Commissione per il commercio. L’evento si e’ tenuto presso lo Shanghai World Financial Center, iconico grattacielo del distretto finanziario Lujiazui, che ospita la nuova sede dell’azienda italiana a Shanghai. Enel X e’ la linea di business globale di Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali nei settori urbano, abitativo, industriale e della mobilita’ elettrica. Nel suo videomessaggio, l’ambasciatore Ferrari ha affermato: “L’Italia e’ uno dei Paesi maggiormente impegnati nella tutela dell’ambiente e nel raggiungimento degli ambiziosi obiettivi prefissati per la riduzione delle emissioni nocive. L’Italia co-presiedera’ la prossima conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, Cop 26, insieme al Regno Unito. In questo contesto, sara’ cruciale il contributo e il ruolo delle imprese italiane nella promozione e condivisione di soluzioni e tecnologie green ed eco-compatibili. L’evento rappresenta una conferma della volonta’ della Cina di investire sulla qualita’ in un settore fondamentale come quello energetico, e nessun Paese al mondo puo’ offrire un contributo decisivo in questa direzione piu’ dell’Italia”. Come osservato dal console generale Michele Cecchi nel suo discorso, “le aziende tecnologiche italiane, con i loro prodotti e servizi di eccellenza, possono contribuire fattivamente al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi del piano di sviluppo Shanghai Master Plan 2035”. Da ottobre di quest’anno, Enel X ha iniziato a commercializzare in Cina i propri Juice Box, punti di ricarica domestici per veicoli elettrici. Si tratta di un settore in forte espansione in Cina, dove nel 2021 si prevede verranno vendute circa 1,6 milioni di autovetture elettriche, in crescita rispetto alle circa 930 mila unita’ vendute quest’anno.