Cina, International Poetry Award 1573: premio alla carriera a Guido Oldani

171

Guido Oldani, curatore della collana di poesia Argani di Mursia e creatore del movimento de “Il Realismo Terminale”, è il primo poeta italiano a ricevere in Cina il Premio alla Carriera. Il Maestro ha ricevuto l'”International Poetry Award 1573″ lo scorso 8 ottobre nella settimana dell’Arte della città di Luzhou in occasione della terza edizione dell’International Festival of Poetry &Liquor in collaborazione con il Governo Cinese e la Union of Writers of China. A consegnare il premio insieme al Console Davide Castellani è stato il grande poeta cinese Jidi Majia, Presidente del comitato organizzatore, che motiva così la decisione: “Leggendo le poesie di Guido Oldani, vediamo ancora una volta trasparire, attraverso il cielo azzurrino, la grande tradizione e l’antica cultura dell’Italia e la pura quiete di antichi marmi. Nella sua continua osservazione del mondo, Guido Oldani non ha mai smesso di cercare, attraverso la sua creazione, un percorso per l’anima umana verso il domani. Questo è il motivo per cui sono convinto che lo sforzo poetico di Guido Oldani non sarà mai vano”. “Sono onorato di ricevere questo Premio. Occasione unica per suggellare l’amicizia tra i nostri due mondi poetici, che grazie a ponti culturali di questo genere non può che approfondirsi. Sono grato alle Istituzioni cinesi per l’apprezzamento che dimostrano nei confronti della letteratura italiana contemporanea e del movimento de Il Realismo Terminale”, commenta Guido Oldani”.

Guido Oldani è nato nel 1947 a Melegnano (Milano), dove vive. Ha pubblicato sulle principali riviste letterarie del secondo Novecento: da «Alfabeta» a «Paragone», da «Poesia» a «Il Belpaese». È del 1985 la raccolta Stilnostro (ed. CENS), che reca l’introduzione di Giovanni Raboni. Il secondo libro, Sapone (2001), è stato pubblicato dalla rivista internazionale di poesia e filosofia «Kamen», in occasione del decimo anniversario di attività editoriale. La sua plaquette La betoniera è del 2005 (LietoColle). È stato curatore dell’«Annuario di Poesia» (Crocetti Editore) ed è presente in alcune antologie, tra cui Il pensiero dominante (Garzanti 2001) e Tutto l’amore che c’è (Einaudi 2003). Le sue poesie sono state tradotte e pubblicate in spagnolo, tedesco, inglese e svedese.