Cina, la biennale di architettura di Shenzhen parla italiano

20

Una Biennale curata da italiani. La Urbanism \ Architecture Bi-City Biennale di Shenzhen (UABB) ha annunciato la rosa di curatori selezionati per la prossima edizione, che si aprirà nella città della Cina Meridionale a dicembre 2019. L’architetto italiano Carlo Ratti, Meng Jianmin dell’Accademia cinese di ingegneria (CAE), e il critico d’arte Fabio Cavallucci saranno i responsabili del team di curatori. A loro si associano i professori Sun Yimin e Michele Bonino del South China-Torino Lab, il Science and Human Imagination Centre della Southern University of Science and Technology nella figura di Wu Yan, il Politecnico di Milano rappresentato da Adalberto del Bo, insieme a Daniele Belleri, Edoardo Bruno, Chen Qiufan, Manuela Lietti, Wang Kuan, Xu Haohao e Zhang Li. La biennale avrà come tema Smart City e tecnologia di sorveglianza urbana, una tematica particolarmente rilevante in Cina.