Cina, packaging: Goglio si rafforza in Asia grazie a Simest

48

Goglio potenzia la propria presenza in Asia grazie a Simest. L’azienda – tra i leader mondiali nei sistemi completi di confezionamento in packaging flessibile, con quartier generale a Daverio, nel Varesotto – ha lanciato un nuovo piano di investimenti da oltre 15 milioni di euro della Goglio Tianjin Packaging, la controllata cinese costituita nel 2004 in partnership con Simest ed attiva sul mercato asiatico attraverso uno stabilimento a Tianjin attualmente specializzato nella produzione di grandi sacchi per il confezionamento di semilavorati di frutta ad uso industriale. Il piano verrà sostenuto da Simest che sottoscriverà un aumento di capitale per un ammontare di 6 milioni di euro, di cui 3 a valere sul Fondo di Venture Capital, strumento agevolativo gestito in convenzione con il ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. L’obiettivo dell’operazione è costruire all’interno dello stabilimento di Tianjin – che si estende su una superficie di 54mila metri quadrati, impiega circa 200 dipendenti ed è stato recentemente insignito del “Premio Panda per l’Innovazione” per gli investimenti in innovazione, ricerca e sviluppo tecnologico – un nuovo impianto unico nel suo genere in Cina per dimensioni e per la tecnologia d’avanguardia. L’impianto permetterà incrementare la capacità produttiva, migliorare la qualità e la tipologia dei materiali utilizzati per i prodotti già in catalogo ed ampliare la gamma di specialità prodotte, introducendo i materiali ecosostenibili e quelli utilizzati per il confezionamento dei prodotti alimentari, soprattutto del caffè. Goglio mira in particolare a intercettare la sempre crescente domanda di caffè che sta sperimentando la Cina e il mercato asiatico legata alla diffusione di catene come Starbucks, Costa Coffee e anche McDonalds, nonché alla nascita in anni recenti, di catene di caffetterie locali come Luckin Coffee. Il Gruppo Goglio, partner delle più importanti realtà industriali a livello mondiale per l’innovazione, il servizio e la qualità dei propri prodotti, nasce nel 1850 a Rho, non lontano da Milano ed oggi è una realtà multinazionale composta da 16 sedi – 9 stabilimenti produttivi e 7 uffici commerciali – in Europa, America e Asia. Cuore dell’offerta Goglio è il marchio Fres-co System: laminati flessibili, accessori plastici come valvole e spout, linee di confezionamento e assistenza. Il tutto ad operare in sinergia per ottimizzare le performance di processo in svariati settori: caffè, prodotti alimentari, conserve vegetali, prodotti industriali, detergenti e petfood. “L’ampliamento dell’impianto di Tianjin – spiega Davide Jarach, responsabile Sviluppo Strategico dell’azienda e presidente di Goglio Tianjin Packaging – ci consentirà di incrementare la nostra capacità produttiva e integrarla con nuove soluzioni che adesso non possiamo realizzare, come ad esempio le confezioni per il caffè, settore nel quale abbiamo expertise e leadership riconosciute a livello internazionale. Il nostro obiettivo è cogliere le eccezionali prospettive di sviluppo che presentano il mercato cinese e quello asiatico più in generale”. “Affiancare aziende come Goglio che, nonostante l’attuale momento di forte discontinuità, puntano sulla ricerca e sull’innovazione, è il nostro principale obiettivo” le parole di Mauro Alfonso, ad di Simest.