Cina: Stefania Craxi, ‘problema europeo e nazionale’

9

Roma, 23 mar. (Adnkronos) – “Le sanzioni della Repubblica popolare cinese contro 10 deputati europei e 4 entità dell’Unione sono inaccettabili, un mero atto di ritorsione varato per giunta con motivazioni del tutto risibili e infondate. Se vigilare sul doveroso rispetto dei diritti umani equivale a ‘danneggiare gravemente la sovranità e gli interessi della Cina’ è evidente che sussiste un problema gigantesco che non si può e non si deve oltremodo sottacere, tanto nel livello europeo che in quello nazionale”. Lo afferma la senatrice di Forza Italia Stefania Craxi, vicepresidente della commissione Esteri di Palazzo Madama.