Cinecibo, si chiude col “Troppo napoletano” di Siani

58
 
 
La quinta edizione di Cinecibo, il festival del cinema gastronomico ideato a diretto da Donato Ciociola, che si propone di valorizzare la corretta alimentazione e il cinema di qualità attraverso una competizione tra opere audiovisive, partita il 6 ottobre presso l’Istituto “Enzo Ferrari” di Battipaglia, ha avuto la sua giornata clou con la premiazione dei vincitori.
Sabato sera il presidente di Cinecibo Michele Placido ha premiato il corto e il documentario scelti come i migliori dalla giuria ma anche attori, registi ed altri personaggi che i giurati hanno scelto come meritevoli di ricevere il Premio Cinecibo, che consiste in una lavorazione su vetro del maestro Sergio Mastrangelo ed una selezione di prodotti tipici locali.
Quest’anno per la prima volta è stato consegnato anche il premio speciale “Rai Cinema Channel” ad un cortometraggio in concorso che ben si presti ad essere diffuso sui canali web. Il premio, consistente in un assegno di 1.000,00 euro e di un contratto di acquisto dei diritti del corto da parte di Rai Cinema, godendo della visibilità su www.raicinemachannel.it  e sui suoi siti partner, è andato al regista Giorgio Amato con il corto “Veganlove”, che si è aggiudicato “Premio Cinecibo” nella sezione cortometraggi. 
Nella sezione documentari il vincitore è stato “Pop palestine” di Silvia Chiarantini, mentre il premio speciale “Cinecibo Dieta Mediterannea” è andato al cortometraggio “Ancel” di Nicola Palma.
Tra i premiati nella serata finale,  come migliore attore emergente,  anche Gennaro Guazzo, il piccolo protagonista di ‘Troppo Napoletano’, film prodotto da Alessandro Siani pluripremiato in questa edizione di Cinecibo. Il lungometraggio si è infatti aggiudicato il premio per migliore attore protagonista (andato a Gigi e Ros, ospiti della giornata inaugurale del festival) e migliore regia con Gianluca Ansanelli, presente nella serata di sabato per ritirare il premio.
Nella giornata di Domenica, tra gli appuntamenti piu’ apprezzati ricordiamo quello con “Le vie di Cinecibo”, un tour educational alla scoperta delle bellezze culturali, paesaggistiche, storico-architettoniche e di alcune produzioni enogastronomiche dei territori circostanti la location che ha ospitato il festival. Percorrendo alcuni tra i più suggestivi itinerari del “Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni”, il tour educational è stato rivolto soprattutto a giornalisti, registi e produttori cinematografici con lo scopo di far conoscere le risorse e le peculiarità di questo territorio: bellissime location per la realizzazione di film e altri progetti audiovisivi, ma anche importanti e rinomati presidi turistici ed enogastronomici.