Cinema, a Napoli la prima del film Ammen

317

di Maridì Vicedomini

“AMMEN”: questo il titolo del film di Ciro Villano, prodotto da Green Film, presentato questa mattina alla Sala del Consiglio Regionale della Campania e in uscita questa sera nelle sale cinematografiche di tutta la Penisola. L’opera vanta nel cast “nomi” della commedia italiana come lo stesso Ciro Villano, Maurizio Mattioli e Davide Marotta accanto a Gianni Parisi, Tommaso Bianco, Simone Schettino, Ivan Boragine, Ivan Boragine, Roberto Del giudice, rosaria de cicco, Piera Russo, Floriana de Martino, Elisabetta Gregoraci, mentre la colonna sonora è firmata da un eccellente artista di nome Sal da Vinci e vuole essere una sorta di omaggio, un inno cinematografico a a luoghi incontaminati della nostra Campania, quale Montecalvo Irpino dove l’incanto dei paesaggi si sposa in perfetta sinergia con il buon cibo ed il vino doc. La storia che si snoda sul doppio binario della commedia ed il dramma, narra le vicende di due napoletani cialtroni che scappano dalla città e si rifugiano causalmente in questo piccolo borgo irpino assai distante dalle loro problematiche cittadine. “Ma è proprio qui” come riferisce lo stesso Villano “che inizieranno i veri guai per i due protagonisti Mattioli e Marotta”; ed ancora Villano: “Ho individuato questo piccolo paese quale set cinematografico ideale di questo progetto perché avevo bisogno di una location circoscritta, con l’aria salubre e ambiente incontaminato, puntualmente esposta al pericolo di gente senza scrupolo che mira a farla diventare deposito di rifiuti o altro. Sono molto grato al Sindaco di Montecalvo per la calorosa accoglienza e la grande disponibilità con la quale ci hanno accolto gli abitanti del paese, cercando di soddisfare ogni nostra esigenza sul set”. All’incontro stampa incentrato anche su un vivace dibattito circa l’ attuale situazione drammatica post emergenza Covid 19 in cui versa l’intero spettacolo Italiano, in particolare il comparto Cinema e sul disinteresse delle Istituzioni Centrali e territoriali verso un segmento d’impresa che coinvolge migliaia di lavoratori da mesi in stand by e senza alcun sostegno economico hanno partecipato: Rosetta D’Amelio, Presidente del Consiglio Regione Campania, il consigliere regionale Bruna Fiola, Mariolina Trapanese , Presidente della Onlus “La Bottega dei semplici pensieri”, il Sindaco di Montecalvo Mirko Iorillo, Emanuela Montella della Green Film, Ciro Villano, Maurizio Mattioli, Davide Marotta, Roberto Del Giudice, Sal da Vinci. “Nella mia lunga carriera cinematografica”, ha detto Mattioli, spesso mi è capitato di interpretare il ruolo di un prete che per la verità mi diverte molto. Nella circostanza, sono un prete che si becca una croce sulla testa e da quel momento comincia a sbarellare ma da questo episodio accadranno tante cose buone per il paese”;” ed ancora: “Ho conosciuto Villano in teatro e da subito si è creata un’ottima intesa. Colgo però l’ occasione in questa sede di esternare tutta la mia preoccupazione per la ripartenza del cinema italiano; al momento tutto tace, siamo quasi considerati come l’ultima ruota del carro e questo non va bene considerando che l’audiovisivo è fonte di reddito non solo per attori e registi, ma per tutto un sottobosco assolutamente non trascurabile, fatto di tecnici e di operai che attualmente sono in ginocchio con le loro famiglie dopo mesi di inattività e senza alcuna certezza d’impiego per il futuro. Speriamo quindi tutti in un miracolo, quale il miracolo della rinascita del Cinema italiano!” Dello stesso parere di Mattioli Ciro Villano che ha espresso anche il rammarico di quanto sia difficile operare sul territorio campano, dove anziché regnare sinergia e spirito di cooperazione tra gli operatori del settore, persistono sentimenti negativi come l’invidia e l’antagonismo. Infine Sal da Vinci ha concluso con un inno alla vita da considerare come il bene più prezioso e come tale da difendere, allontanandosi da qualunque sterile e banale polemica. Significativi riconoscimenti sono stati attribuiti al Sindaco Iorillo, alla Presidente Trapanese, a Roberto Del Giudice, a Ciro Villano, Davide Marotta, Maurizio Mattioli, Sal da Vinci