Cinema, al “Capri, Hollywood” trionfa “La La Land”

46

‘La La Land’ di Damien Chazelle è il ‘miglior film dell’anno’ alla 21/a edizione del Festival ‘Capri, Hollywood’. Il musical della Lionsgate (distribuito in Italia da Leone Film Group e Rai Cinema) ha inaugurato il 2017 sull’Isola azzurra raccogliendo il maggior numero di premi: sei inclusi gli Awards per la ‘migliore attrice’ Emma Stone, ‘migliore cast’, ‘migliore fotografia’ di Linus Sandgren, ‘miglior colonna sonora’ di Justin Hurwitz e la canzone ‘City of Stars’ cantata da Ryan Gosling. A comunicare i premi della manifestazione presieduta dall’americano Barry Morrow e dall’israeliana Noa, è il produttore del Festival Pascal Vicedomini. Cinque i riconoscimenti per ‘Lion’ di Garth Davis, incluso l’Humanitarian Award. “Un’opera fortemente educativa – spiega Vicedomini – che promuove il rispetto della diversità e i valori della solidarietà, della fratellanza e della famiglia”. Gli altri quattro premi sono: ‘migliori attori non Protagonisti’ Dev Patel e Nicole Kidman; ‘migliore sceneggiatura non originale’ Saroo Brierley e Luke Davies, il “Capri Peace Award” alla cantante Sia per la canzone ‘Never Give Up’. Altrettanti premi sono stati assegnati ad ‘Hacksaw Ridge’ di Mel Gibson (film drammatico dell’anno, migliore regista, migliore montaggio John Gilbert, migliore produttore Bill Machanic, migliore attore protagonista Andrew Garfield). Quest’ultimo riconoscimento è stato assegnato ex-aequo anche a Michael Keaton per ‘The Founder’ di John Lee Hancock. Due premi al film ‘Florence Foster Jenkins’ di Stephen Frears (Commedia dell’anno e Regista Europeo del 2016) e all’italiano ‘Fuocoammare’ di Gianfranco Rosi (‘Migliore Documentario dell’anno’ e ‘Film Europeo del 2016’). ‘Migliore Sceneggiatura Originale’ a “Manchester by the Sea” di Kenneth Lonergan, ‘Migliori Scenografie e Set Decorations’ e ‘Migliori Costumi’ a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo per ‘Silence’ di Martin Scorsese. Miglior film non in lingua inglese è ‘Toni Erdmann’ (Germania), mentre “Film d’Animazione 2016′ è ‘Moana’ della Disney. ‘TV Series del 2016’ è ‘I Medici’ prodotto dalla Lux Vide e rappresentato a Capri dall’attore Alessandro Preziosi. Un premio speciale ‘Per la sua funzione educativa’ anche alla serie ‘Braccialetti Rossi’ della Palomar. La manifestazione era stata inaugurata il 27 dicembre da Helen Mirren e Taylor Hackford a cui l’Istituto Capri nel mondo (presieduto da Lina Wertmuller) ha assegnato il ‘Legend Award’ al termine della proiezione dei rispettivi film ‘Collateral Beauty’ e ‘The Comedian’. A James Franco, per “In Dubious Battle” premio speciale ‘Filmmaker dell’anno’, mentre l’inglese Toby Sebastian è il “Breakout Actor del 2016” e l’attrice russa Kseniya Rappoport è la Global Artist dell’anno. Riconoscimenti musicali sono andati al filantropo malesiano Francis Yeoh (Humanitarian Legend Award per la Produzione del concerto Music For Mercy), ad Andrea Bocelli ed ai produttori Tony Renis, David Foster ed Humberto Gatica per ‘Cinema’ ‘Migliore Traditional Pop Album’, a Enzo Avitabile e Clementino. Tra gli altri premiati: Gianni Minà, Massimiliano e Gianfranco Gallo, Cristina Donadio, Leonardo Cecchi e Eleonora Gaccero, la produttrice Donatella Palermo e il dottore Pietro Bartolo per ‘Fuocoammare’. “Una edizione straordinaria per la qualità degli artisti intervenuti e la varietà dei lavori presentati”, dice Vicedomini, che aggiunge: “Dal Festival di Capri, ora l’attenzione del mondo si sposta alla California per la fase finale dell’Awards season. Siamo certi che molti dei nostri premi troveranno già riscontro ai Golden Globe e poi nella magica notte degli Oscar”.