Cinema e arte, la bellezza al centro degli incontri del Salotto della Sfinge

58
In foto Annamaria Alois

di Marco Milano

Al via la seconda edizione della rassegna “Il Salotto della Sfinge” a Villa San Michele. Dal 29 agosto al 1° settembre incontri di cinema, letteratura e arte sul tema della bellezza. Per l’occasione sbarcheranno sull’isola azzurra ospiti del calibro di Pappi Corsicato, Paolo Stella, Bianca Nappi, Phaim Bhuiyan, Annamaria Alois, Pasquale Salzano. Taglia, dunque, il nastro inaugurale la nuova edizione della rassegna “Il Salotto della Sfinge” organizzata dalla Fondazione Axel Munthe, diretta dalla soprintendente Kristina Kappelin, con il patrocinio del Consolato di Svezia, dei comuni isolani e in collaborazione con “Capri Palace Jumeirah”, e “Staiano Tour Capri”. A Villa San Michele andrà in scena un festival che mette in evidenza la parola, attraverso appuntamenti informali con i suoi protagonisti, dialoghi che creino un confronto più immediato, e dunque una partecipazione più attiva, con il pubblico. “Come un happening tra amici – si legge nella nota – in una delle stanze della propria casa, scrittori, registi, attori, raccontano il loro lavoro, svelano i dietro le quinte, esaudiscono le curiosità della platea”. Ad aprire la tre giorni sarà la mostra “L’arte serica di San Leucio” raccontata attraverso i tessuti di Annamaria Alois, testimonianza di uno degli ultimi laboratori rimasti per la progettazione e la produzione di tessuti d’arte. “Ho pensato subito che questo fosse il luogo ideale – ha detto Annamaria Alois – per esporre i miei tessuti, molte le coincidenze e le affinità con questo luogo: Axel Munthe arriva a Capri nel 1885, anno di fondazione della Raffaele Alois da cui è partito il ‘progetto Serico’ che poi è diventato il mio. Lui ama la natura, il sole, la luce, i colori che a Capri, in questo posto magico, hanno un’espressione e una valenza diversa che altrove, creano e danno emozioni. Questi sono elementi fondamentali anche per me che cerco di imitare, di riprodurre nei miei tessuti. Un cerchio che si chiude, una sorta di gemellaggio tra culture che si incontrano, per poi ripartire insieme”. Seguirà, poi l’incontro con il regista Pappi Corsicato e l’attrice Bianca Nappi. Reduci dal successo della fiction ambientata a Napoli “Vivi e lascia vivere” i due protagonisti ripercorreranno, insieme al pubblico, i momenti più significativi delle loro carriere. Sabato, invece, ad Anacapri salirà sul palcoscenico Phaim Bhuiyan, vincitore del premio “David di Donatello” 2020 come miglior regista emergente per il film “Bangla”. Domenica, infine, Paolo Stella, presenterà il suo ultimo libro “Per caso. Tanto il caso non esiste”, edito da Mondadori. ”Il Salotto della Sfinge vuole mescolare tradizioni, novità sui più diversi aspetti della società e porsi domande rilevanti sul mondo di oggi – dice Kristina Kappelin, sovrintendente di Villa San Michele – La parola d’ordine è curiosità intellettuale e lo scopo è di attrarre tutti: persone mature e giovani, uomini e donne di ogni tipo per riflettere insieme sui tempi che viviamo e quello che vorremmo per il futuro. Il tema del Salotto della Sfinge quest’anno è proprio la bellezza, mai come nel 2020, durante il lockdown, ne abbiamo sentito la mancanza”.

In foto Pappi Corsicato
In foto Phaim Bhuiyan