Cinema, ecco i film più visti. Alle Giornate professionali di Sorrento premiati Leuzzi, Milani e Mainetti

38

“Me contro Te – Il mistero della scuola incantata” di Gianluca Leuzzi, “Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto” di Riccardo Milani, e “Freaks Out” di Gabriele Mainetti sono i tre film italiani che si aggiudicano quest’anno il Biglietto d’Oro. Si aggiungono a “Eternals” di Chloé Zhao (The Walt Disney Company Italia), “No time to die” di Cary Fukunaga (Universal Pictures), e “Dune” di Denis Villeneuve (Warner Bros. Entertainment Italia) che vincono come film più visti in assoluto in Italia. I premi per la stagione cinematografica 2020-2021, assegnati dall”Anec nell”ambito della 44esima edizione delle Giornate Professionali di Cinema – Energy in corso a Sorrento, sono attribuiti ai film che secondo il campione Cinetel hanno venduto più biglietti da dicembre 2020 a novembre 2021. Saranno consegnati mercoledì prossimo nel corso di una cerimonia condotta da Gioia Marzocchi nella località turistica del Napoletano.
Nella stessa serata, si consegnano anche le Chiavi d”oro ai registi, sceneggiatori e interpreti principali dei primi tre film italiani. Il riconoscimento va dunque a Leuzzi e agli interpreti Sofia Scalia e Luigi Calagna, che ricevono il premio anche per la sceneggiatura insieme a Emanuela Canonico e Andrea Boin; a Milani, agli sceneggiatori Furio Andreotti e Giulia Calenda, ai protagonisti Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Sarah Felberbaum, Claudio Amendola, Sonia Bergamasco, e Luca Argentero; a Mainetti, allo sceneggiatore Nicola Guaglianone, e agli interpreti Claudio Santamaria, Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, e Giancarlo Martini. Il Biglietto d”Oro per l”evento con il maggior numero di spettatori in tre giorni di programmazione in sala va a 01 Distribution per “Time is up” di Elisa Amoruso. Biglietto d”Oro anche a Warner Bros. Entertainment Italia, The Walt Disney Company Italia, Universal Pictures International Italy che al botteghino risultano essere le prime tre distribuzioni in assoluto. Aurora Giovinazzo e Lorenzo Zurzolo vincono il premio Anec intitolato a Claudio Zanchi per i talenti emergenti, mentre quello intitolato a Pietro Coccia per il miglior regista esordiente va Gianluca Jodice per “Il cattivo poeta”.