Cinema, la Fondazione Cariplo lancia progetto AttivAree

51

Investire sui giovani, trasmettendo loro le nozioni basilari della realizzazione di un prodotto cinematografico, attraverso l’uso non solo degli strumenti professionali ma anche di quelli che maneggiano quotidianamente, come cellulari e tablet: è questa la finalità del progetto “AttivAree” di Fondazione Cariplo, con la collaborazione di Giffoni Experience. La manifestazione si concluderà domenica 25 marzo, con un evento all’auditorium del Liceo “Leonardo” di Brescia, quando saranno presentati due docu-film e due spot realizzati dagli studenti delle scuole superiori della Val Trompia e Val Sabbia. L’appuntamento si replicherà anche ad aprile, dedicato agli studenti e ai territori dell’Oltrepò Pavese. Gli short-film realizzati saranno presentati anche nel corso della 48/a edizione del Giffoni Film Festival. “Offrire ai giovani un’idea diversa dei luoghi marginali in cui abitano – sostiene Elena Jachia, Direttore Aree Ambiente Fondazione Cariplo e Programma AttivAree – può aiutarli a comprendere che anche lì possono costruire il loro futuro. Come? Puntando ad esempio sulla creatività. Perché la creatività è stata la chiave di volta per il futuro di un’area periferica come Giffoni Valle Piana, che, attraverso il suo Festival, da marginale si è conquistata un posto al centro del mondo. Quella di Giffoni Experience è un’esperienza che Fondazione Cariplo ha voluto cogliere e promuovere sui territori del Programma “AttivAree” come esempio riuscito di rinascita ma anche come opportunità per innestare a livello locale strumenti e relazioni utili per il futuro dei giovani”.