Cinema, il Napoli Film Festival premia Pupi Avati e Gianni Amelio

66

Il grande cinema italiano e tanta Europa da scoprire sullo sfondo di una citta’ sempre piu’ cinematografica: con i premi alla carriera ai due maestri Pupi Avati e Gianni Amelio, gli ‘Incontri Ravvicinati’ con Toni Servillo, Lino Guanciale, Valeria Golino, Igort, Benoit Jacquot, dal 23 settembre al 1 ottobre torna il Napoli Film Festival, 21/ma edizione, direttore Mario Violini. Centocinquanta le proiezioni, al centro i concorsi ‘Europa Mediterraneo’, Schermo Napoli (a cura di Giuseppe Colella), Videoclip Sessions ma anche le rassegne omaggio alla cinematografia tedesca a 30 anni dalla caduta del Muro, alla Nouvelle Vague del ’59, al nuovo cinema spagnolo e al regista canadese Xavier Dolan. Cuore del festival l’Institut Francais Napoli, eventi al Instituto Cervantes, al Goethe-Institut Neapel, a Castel dell’Ovo e nei cinema delle Palme e Vittoria. Tra gli ospiti Lunetta Savino, Angela Fontana, la regista spagnola Diana Toucedo, Gianfranco Pannone, Francesco Prisco. Due anteprime le assolute in concorso: ‘Danimarca’ del britannico Adrian Shergold e ‘Mai per sempre’ di Fabio Massa, film anche dal Marocco, Germania e Croazia. Sara’ l’incontro con il regista francese Benoit Jacquote e Valeria Golino a inaugurare il festival (ore 21,15 sala Dumas dell’Institut Francais) cui seguira’ il film, in anteprima nazionale, ‘Dernier Amour’. Attualmente sul set della fiction ‘Il Commissario Ricciardi’ tratta dai romanci di Maurizio de Giovanni, Guanciale il 27 settembre presentera’ in anteprima ‘La freccia del tempo’ di Carlo Sarti. In anteprima mondiale si potra’ vedere ‘Dance again with me Heywood!’ di Michele Dioma’, nel cast James Ivory ( 28 settembre). Tra le sezioni, ‘Gli Invisibili’,’Spazio agli autori’, ‘Parole di Cinema’, rassegna riservata agli studenti medi e organizzata in collaborazione con Moby Dick di Rita Esposito. Tutti i concorsi vedono in palio il Vesuvio Award, scultura di bronzo realizzata da Lello Esposito e una serie di premi volti a garantire una distribuzione alle opere.I premi alla carriera i registi saranno consegnati ad Avati il 26 settembre e ad Amelio il 28 settembre. Due le mostre: all’Institut Francais ‘Immagini della Nouvelle Vague’ a cura dello storico Orio Caldiron, e ‘BioPICS 3 – The End’ di Fabio Govoni, a Castel dell’Ovo. Nel corso del festival organizzato dall’Associazione Napolicinema, spazio alla letteratura con la presentazione di due volumi: ‘Destinazione Tina Pica’ di Gioconda Marinelli e ‘I film mai girati’ di Emanuele Canzaniello. Si parlera’ anche di ‘Informazione e cinema’ in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania e della ‘Sfida del terzo settore per le organizzazioni culturali’.