Cinema, “il nostro mare” di Randa Ghattas al Festival di Benevento: Napoli protagonista

117

di Giuseppe Abazia

“Il nostro mare”, primo cortometraggio della regista Randa Ghattas, è in procinto di portare un po’ di Napoli nel cuore di Benevento e del Festival Bct – Benevento Cinema Televisione, in programma dal 4 al 9 Luglio nel centro storico della città. Originaria di Beirut, Ghattas si definisce napoletana d’adozione: dopo aver lasciato il Libano a causa della guerra civile e aver vissuto a Parigi e a Ginevra, è approdata a Napoli, dove ha ricoperto il ruolo di console onorario della Lettonia e ha conseguito un master in Cinema e Televisione all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. “Il nostro mare” aveva avuto la sua prima proiezione nell’ambito della ventitreesima edizione del MedFilm Festival di Roma nel Novembre 2017; il Festival Bct appare l’occasione ideale per riproporre un’opera così strettamente legata alla Campania e ai suoi paesaggi.

Il cortometraggio ha come sfondo i pittoreschi scorci di Mergellina e Posillipo e segue una giovane donna di nome Marina in vacanza a Napoli. Marina avrà modo di conoscere due uomini molto diversi fra loro e l’incontro con due personalità così distanti la porterà a interrogarsi su sé stessa e su ciò che davvero desidera dalla vita. Il film ha per protagonisti Diane Patierno (già vista nelle trasmissioni “Amore criminale” e “Verdetto finale”), Mario Rivelli (“Don Matteo”, “L’Ispettore Coliandro”) e Valerio Esposito; la sceneggiatura è della stessa Randa Ghattas, mentre fotografia e montaggio sono di Giuliano Caprara. “Il nostro mare” partecipa al concorso Short Film in programma il 6 Luglio.

Il Festival Bct è alla sua seconda edizione e promette di trasformare il centro storico beneventano in una passerella di stelle del piccolo e del grande schermo, ma anche della musica. Aprirà la kermesse il concerto di Luciano Ligabue e saranno ospiti, tra gli altri, Nicola Piovani (premio Oscar per la colonna sonora de “La vita è bella” di Roberto Benigni), Christian De Sica, Fabio De Luigi, Marco D’Amore, Alessandro Siani, Riccardo Scamarcio, Stefania Sandrelli, nonchè il regista britannico Michael Radford, che diresse “Il postino” insieme a Massimo Troisi.
“Il cinema e la televisione – ha dichiarato Antonio Frascadore, direttore artistico – rappresentano senza dubbio le forme di cultura che raccontano un Paese e chi lo vive, e un festival come il BCT costituisce momento di aggregazione tra varie forme d’arte che vanno vissute e valorizzate in ogni singolo aspetto”.

Il festival si propone quale evento culturale a tutto tondo sul mondo della televisione e del cinema, e può contare sul patrocinio di numerosi enti e associazioni tra i quali il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Siae, la Rai, l’Istituto Luce, l’Università degli Studi del Sannio, il Comune di Benevento. I film in concorso saranno i principali protagonisti, ma la manifestazione si snoderà anche fra eventi teatrali, concerti, convegni, interviste e approfondimenti. “Un’occasione unica per il pubblico,” secondo Antonio Frascadore, “che in sei giorni potrà decidere di assistere tra oltre 150 opere da vedere, più di 50 eventi a cui partecipare, anteprime teatrali nazionali da respirare, vivendo da vicino ciò che un territorio come quello sannita finora ha solo potuto immaginare”.