Cinema e poesia, torna il Tam Tam Digifest

30

“I Viaggiatori dell’utopia” è il titolo della 13esima edizione del Tam Tam Digifest che si terrà tra Napoli, Caserta, Macerata Campania e Capaccio tra il 2 luglio e il 17 ottobre. Tante le opere scelte per la rassegna di quest’anno, tutti all’insegna di un percorso sull’utopia. Si comincerà dall’utopia sociale dell’800 e della prima metà del ‘900, a cui seguirà una tappa obbligatoria nel ’68 – di cui si celebra il cinquantenario – per arrivare a quella tecnologica / digitale dei social di oggi. Sono previste 3 sezioni: la prima “Marx attack!” che tra Marx, marxisti e marxiani veri e immaginari racconta cos’è rimasto di quella visione e di tutte le sue implicazioni. Nella seconda sezione, dal titolo “C’era una volta il ’68” si narra la rivolta mentale e filosofica di una generazione, A finire la terza sezione “utopia del terzo millennio” dedicata alla rivoluzione digitale che, dal 1917 al 2017, ha portato dal “potere ai soviet” al “potere ai social”. La rassegna è organizzata dalla cooperativa Tam Tam in collaborazione con La Compagnia della Città e dell’Associazione Ali della Mente e con il contributo della Regione Campania. Le proiezioni si terranno in più luoghi; al Teatro Spazio Libero a Napoli, al Palazzo delle Arti e del Teatro a Caserta, alla Fabbrica Wojtyla a Macerata Campania, e all’Agora’ dei Libri a Capaccio.