Cioccolato fondente, olio Evo e mela: da una ricerca made in Italy la ricetta salva-cuore

76

Il cioccolato fondente all’olio extravergine di oliva toscano è un vero e proprio toccasana per il cuore, un rimedio naturale per combattere l’invecchiamento dell’apparato cardiovascolare. Lo rivela una ricerca dell’Università di Pisa presentata a Esc 2017, il congresso della Società europea di Cardiologia che si è svolto a Barcellona dal 24 al 30 agosto. “E’ noto che il consumo di cacao riduce significativamente l’impatto di alcune patologie cardiovascolari – ha spiegato la ricercatrice Rossella Di Stefano – e l’idea di arricchire il cioccolato con olio extra vergine d’oliva è partita dal progetto Toscolata finanziato dalla Regione Toscana al quale abbiamo partecipato insieme all’istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Cnr-Invalsa, all’Università di Siena e alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa”. L’intuizione dei ricercatori è stata quella di unire alcuni alimenti noti per le loro proprietà antiossidanti creando due combinazioni di cioccolato fondente, con il 10% di olio extravergine toscano e con il 2,5% di una mela di varietà antica, la Panaia del Casentino. Poi è stata condotta una sperimentazione clinica su 26 volontari (14 uomini e 12 donne) che avevano almeno tre fattori di rischio cardiovascolare (fumo, ipertensione, dislipidemia o presenza in famiglia di malattie cardiovascolari): per 28 giorni consecutivi hanno inserito nella propria dieta 40 grammi di cioccolato ‘super fondente’ e per due settimane hanno mangiato quello arricchito con l’olio extravergine, mentre nelle altre due quello con la mela Panaia. Il risultato è stato che il cioccolato fondente all’olio extravergine d’oliva aveva determinato un calo della pressione arteriosa, un aumento del colesterolo “buono” senza provocare aumento di peso o problemi di glicemia.