Cipro, le attività del Consolato di Napoli per favorire gli scambi

40
In foto Michele Pappalardo

Il Consolato di Cipro a Napoli e’ una missione bilaterale in Italia e promuove gli interessi Cipriota in Italia. La sede diplomatica svolge anche un ruolo importante nello sviluppo commerciale , negli affari culturali e stabilisce contatti con la stampa locale. Il consolato cipriota e’ guidato da Mr Michele Pappalardo, L’eredita’ nel tempo lasciata dall’isola e’ turistico storica e aziende di trasporto. Ad Aprile 2019 “ Margo’ “ annuncia  l’arrivo in adv della novità 2019: Cipro. 

Il primo monografico del mercato dedicato alla destinazione e realizzato in collaborazione con Neos, la compagnia aerea del Gruppo Alpitour, che vola tutti i venerdì da inizio giugno a metà settembre da Milano Malpensa a Larnaca. Margò propone, inoltre, anche collegamenti diretti con Easyjet da Milano e via Atene con AegeanAirlines da Napoli, Roma Fiumicino, Bologna e Venezia. Cipro è la terza isola del Mediterraneo, un mix tra Oriente e Occidente, un luogo che offre tante attività, storia e bellezza. Da menzionare le spiagge di Protaras e Agia Napa, tra le più belle di tutto il Mediterraneo, e la capitale Nicosia, ancora oggi divisa tra 2 stati: Cipro Sud – la zona greco-cipriota – e Cipro Nord – occupata dai turchi, ricca di luoghi di interesse. Molto interessante anche la parte gastronomica della regione che grazie alla coabitazione delle tre differenti culture: greca, cipriota e turca ne assorbe tutte le influenze, sprigionando un mix esplosivo di gusti e sapori. “Siamo contenti di presentare sul mercato questa importante novità e di avere al nostro fianco un partner speciale come Neos per lanciare Cipro – dice il direttore del marchio Alessandro Gandola – Un catalogo di 52 pagine, tutti e tre i superpoteri di Margò al servizio del cliente e strutture di livello differente per soddisfare ogni viaggiatore. Una proposta interessante che fa concorrenza a quelle disponibili sul web e dalle banche letti”.Anche per questa destinazione, Margò propone i sui tre ‘superpoteri’: il programma Eat Around, la possibilità di acquistare la DestinationCard, le proposte Night Out. Le proposte Margò a Cipro sono in totale 9; da segnalare lo Tsokkos Iliada Beach 4*, in prima linea su una delle spiagge più belle di Protaras, e l’Electra Holiday Village 4*, appena ristrutturato e dall’ottimo tutto incluso, che ne fa una delle più interessanti in assoluto di Agia Napa, nelle vicinanze della zona più vivace della cittadina.

A queste due punte di diamante, si affiancano una gamma di proposte pensate per accontentare ogni viaggiatore: a Protaras, Antigoni Hotel 3*, in pienissimo centro, Tsokkos Garden 4*, un comodo tutto incluso a 500 m da una piccola spiaggia bella e riparata, e Artemis Hotel 3*, con eccellente rapporto qualità-prezzo. Ad Ayia Napa si è voluto pensare anche ai giovani in cerca di divertimento ma sempre più attenti al prezzo, con Panas Holiday Studio e Appartamenti 3*, una sistemazione di buon livello direttamente sulla passeggiata lungomare, e Barbara Annex Studio e Appartamenti 2*, per viaggiatori e nottambuli davvero in cerca di un prezzo imbattibile. A questi si aggiungono altre due proposte adatte anche ad un target più ampio: Tsokkos Holiday Studio e Appartamenti 3*, in pieno centro a due passi da tutti i locali più conosciuti, e Tsokkos Anmaria Beach Hotel 4*, un hotel davvero di buon livello in prima linea sulla piacevole passeggiata pedonale.

Margò, inoltre, offre ai propri clienti altri vantaggi: ‘Liberi di Cambiare Idea’ che permette di modificare o annullare la vacanza senza alcuna penalità fino a tre giorni lavorativi prima della partenza; ‘Mezza pensione libera’ che consente di scegliere e cambiare ogni giorno se pranzare o cenare nel proprio hotel; ‘Over 60 e under 30’ che garantisce prezzi speciali ai viaggiatori sopra i sessanta anni e a quelli sotto i trenta; ‘Riprotezione garantita’ che assicura al cliente la migliore alternativa possibile, senza spese aggiuntive, in caso di cancellazione del volo anche quando si tratta di una compagnia lowcost e la promozione ‘Single’ che permette a chi viaggia da solo di prenotare la camera singola senza supplementi. Nella maggior parte delle strutture gli ospiti possono godere di free wi-fi anche in camera.

Cipro è altresì un punto focale del Mediterraneo e sede di luoghi diplomatici attivi per ruoli fondamentali di partenariato , in tutto il mondo , e in particolare con gli Stati Uniti come precisa Domenico Letizia in un suo editoriale: “L’attualità dell’isola di Cipro è al centro di visioni geopolitiche ed energetiche che interessano tutto il Mediterraneo allargato e gli Stati Uniti d’America. “Le autorità di Washington ritengono che il partenariato bilaterale nel settore della sicurezza tra Stati Uniti e Cipro crescerà sempre di più”, riporta Agenzia Nova, riprendendo le parole dell’Ambasciatore statunitense a Nicosia Judith Gail GarberGarber ha descritto come “un momento eccitante” quello attuale nelle relazioni Usa-Cipro. “Gli interessi di Cipro e degli Stati Uniti nel Mediterraneo orientale sono diventati sempre più allineati e la Repubblica di Cipro è un amico prezioso e un importante partner strategico in questa regione critica”, ha spiegato l’ambasciatore. “Lavorando insieme, possiamo continuare a fare progressi su questioni di reciproco interesse: combattere il terrorismo, prevenire la proliferazione, proteggere i diritti umani, contrastare la tratta di esseri umani, rafforzare l’applicazione della legge e migliorare la sicurezza marittima”. 

Gli Stati Uniti continuino a sostenere gli sforzi dei leader delle due parti dell’isola per raggiungere una soluzione politica che riunifichi l’isola come una federazione. Nikos Anastasiades, Presidente della Repubblica di Cipro dal 2013, ha affermato che il coinvolgimento delle società Usa, ExxonMobil e Noble, nello sfruttamento delle riserve di idrocarburi di Cipro ha segnato una nuova era nelle relazioni bilaterali, “servirà a rafforzare i legami economici e commerciali tra i nostri due paesi, oltre che verso l’espansione dei nostri legami di investimento e la nostra cooperazione nei settori dell’energia e della sicurezza energetica”. È stato anche un segno tangibile di fiducia nel “ruolo affidabile e stabilizzante”, ha risposto l’ambasciatore statunitense, che Cipro ha assunto in una regione instabile e nei suoi sforzi per contribuire in modo sostanziale a rafforzare la sicurezza energetica per il paese, il vicinato e l’Unione Europea.Al centro del dibattito internazionale il gasdotto EastMed, che rientra nell’ambito dell’apertura del cosiddetto “Corridoio Sud”. 

Dopo le istituzioni europee, anche gli Stati Uniti si sono ora schierati a favore del progetto energetico, in chiave anti russa e in appoggio a ExxonMobil che a sua volta ha recentemente scoperto un rilevante giacimento a Cipro e che a giugno parteciperà alla prossima gara per licenze esplorative in Israele.L’importanza energetica dell’isola riunisce attorno allo stesso tavolo il segretario di Stato Usa Mike Pompeo, il premier israeliano Benjamin Netanyahu, il greco Alexis Tsipras e il presidente cipriota Anastasiades, tutti riuniti per ribadire il sostegno a EastMed. In tale gioco energetico come descrivere il ruolo dell’Italia? L’attuale esecutivo ha un atteggiamento molto ambiguo e conflittuale nei confronti dell’opera. “Sarà necessario verificare, nel caso in cui risultasse economicamente attuabile, la sostenibilità territoriale e tecnica della realizzazione di un ulteriore gasdotto in arrivo in Puglia, anche in considerazione dei previsti sviluppi del Tap che possono aumentare la portata del gas fino a 20 miliardi di metri cubi all’anno senza altre opere in Italia e come già indicato nella proposta di Piano energia clima recentemente inviato alla Commissione europea e di cui attualmente è in corso la consultazione”, ha risposto il sottosegretario allo Sviluppo economico, Davide Crippa, in commissione Attività produttiva,all’interrogazione a firma Partito Democratico presentata proprio per fare chiarezza sull’approccio al progetto da parte delle nostre istituzioni. Sul gas dell’isola si giocano importanti partite economiche e geopolitiche con i turchi che, in contrasto con Nicosia, rivendicano diritti su alcune aree di mare e l’Unione Europa, Cipro, Israele e Usa intenzionati a proseguire con la ricerca e lo sfruttamento delle risorse energetiche. Il presidente Erdogan ha più volte ribadito la sua ferma opposizione alle trivellazioni al largo delle coste dell’isola, soprattutto per quanto riguarda il blocco 3, che vuole gestito e ispezionato solo dai turco ciprioti. 

L’area del Mediterraneo orientale tra le coste della Grecia, Cipro, Libano, Israele ed Egitto ha un ruolo strategico a seguito delle significative scoperte di gas degli ultimi anni”, ha ribadito l’Amministratore Delegato di Saipem,Stefano CaoSaipem è interessata a progetti di trasporto alternativi che riguardano il processo di liquefazione e rigassificazione del gas e allo sviluppo dei nuovi giacimenti di gas offshore scoperti di recente nelle acque di Cipro. Segnali per le nostre istituzioni, a cui la politica italiana dovrà dare delle risposte”.