Cira, lavoratori in sciopero. Zinzi: Il Governo non fa nulla contro la fuga dei cervelli

140
In foto Gianpiero Zinzi, consigliere regionale

“In questo Paese arriviamo al paradosso di lamentarci per la fuga di cervelli, ma a non fare niente per trattenerli. La situazione di crisi che sta attraversando il Cira di Capua potrebbe presto rientrare in questa classificazione e le preoccupazioni espresse da sindacati e lavoratori lo dimostrano”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Campania Gianpiero Zinzi intervenendo sulla notizia della sospensione delle attività produttive per circa un’ora, prevista per questa mattina. “Con due distinte interrogazioni – ha proseguito Zinzi – nel marzo e nel maggio scorso, ho richiamato l’attenzione della Regione Campania sulle riconosciute difficoltà economiche del Centro di ricerche Aerospaziali scoprendo anche l’inadempienza della stessa Regione nei confronti del Cira e sollecitando un’iniziativa seria per tutelare le tante professionalità impiegate che meriterebbero di essere valorizzate. Da allora nulla, neanche a livello nazionale, è cambiato tanto che oggi i dipendenti proclamano sciopero. Il Cira rappresenta un’eccellenza nel settore ed un elemento di vanto per il nostro territorio”. “Non riconoscerlo da parte del governo nazionale e regionale – ha concluso il consigliere – è da miopi, non fare nulla per garantire prospettive future”.