Circolo Posillipo, ora anche le donne possono diventare socie

59

Si sono svolte domenica 25 e lunedì 26 febbraio le votazioni dell’assemblea dei soci del Circolo Nautico Posillipo indette per le modifiche statutarie, i cui contenuti sono stati accolti e votati dalla maggioranza degli aventi diritto. Hanno votato 197 soci, 167 coloro che hanno votato a favore delle modifiche. In particolare si è votato a favore di una migliore conformazione dello statuto vigente al principio di democraticità delle Associazioni Sportive Dilettantistiche, eliminando la categoria dei “sostenitori” (privi del diritto di voto). Inoltre è stato istituzionalizzato il principio per cui soci quarantennali e benemeriti contribuiscano con una quota sociale annuale, seppur ridotta ad un terzo. E ancora, si è proceduto all’elezione di due componenti del Consiglio Direttivo, in sostituzione di due membri uscenti: ad essere eletti Roberto Vitagliano (108 voti) e Filippo Smaldone (98 voti). In ultimo, ma non certo per importanza, è stata inserita l’espressa previsione della possibilità per le donne di diventare socie del sodalizio di Via Posillipo. Possibilità, quest’ultima, che era già immaginata dal Consiglio Direttivo e seppur non esclusa dal precedente statuto, non era però da esso espressamente prevista. Soddisfatto il Presidente del Circolo Posillipo, Enzo Semeraro: “Le modifiche allo statuto erano necessarie e improrogabili ed è un bel risultato il fatto che l’assemblea dei nostri soci ne abbia compreso l’importanza. Nota speciale, poi, l’apertura del nostro sodalizio alle donne, circostanza questa non vietata ma di fatto mai ufficializzata: ora invece, il Circolo potrà davvero aprire ai napoletani, a tutti i napoletani, come già da tempo sta facendo, attraverso non solo lo sport ma anche la cultura, gli eventi sociali e la possibilità di frequentare la nostra sede”.