Circumvesuviana, fiamme sul treno: passeggeri evacuati

101
In foto un treno della Circumvesuviana

Principio di incendio a bordo di un treno della Circumvesuviana, collegamento su ferro tra Napoli e i comuni dell’area attorno al Vesuvio. Il treno 4091, convoglio la cui costruzione risale a metà anni ’70, mentre era in marcia diretto a Poggiomarino, verso le 10,15, in un tratto all’aperto all’uscita dalla galleria nella tratta Boscoreale – Pompei, ha avuto un problema tecnico che ha causato la rottura della linea aerea di contatto e un principio d’incendio nel sottocassa dell’Etr 081 di conduzione. I viaggiatori, circa una trentina, hanno lasciato il treno, assisti dal personale Eav, spiega una nota dell’azienda che gestisce il trasporto pubblico locale in Campania, e da una vicina località hanno proseguito la corsa con un bus sostitutivo.
I vigili del fuoco hanno poi estinto il piccolo rogo, e i carabiniere hanno raccolto le deposizioni del personale di bordo. La linea è stata interrotta tra le stazioni di Torre Annunziata e Scafati ed è stato istituito un servizio sostituivo con bus. In corso le attività di recupero e di verifica del materiale rotabile coinvolto. Eav istituirà anche una commissione d’inchiesta per capire le dinamiche dell’evento. La flotta attuale del materiale rotabile delle linee vesuviane è composta potenzialmente da 75 treni, di cui 23 Metrostar costruiti agli inizi degli anni 2000, 12 treni revampizzati nel 2020-21, 30 treni di costruzione anni 70-80 e 10 di costruzione annì 90 Entro la fine del corrente anno verranno immessi in esercizio altri 13 Etr revampizzati e altri 2 Metrostar. La gara per l’acquisto di 40 nuovi treni aggiudicata da Eav nel settembre 2019 è rimasta bloccata per oltre 18 mesi a causa di un contenzioso amministrativa tra Stadler e Hitachi.