Ciro Amodio con il “prezzo verde” amplia la sua rete e annuncia l’online

1267
in foto Fausto Amodio

di Francesco Bellofatto

Ciro Amodio, da cinque generazioni brand leader nel settore agro-alimentare in Campania, amplia la sua rete che conta 60 punti vendita in Campania (Napoli e provincia, Caserta, Salerno, Nocera e Cava dei Tirreni) aprendo in via Kerbaker al Vomero il primo negozio Prezzo verde.
“Con Prezzo verde – spiega Fausto Amodio, Amministratore di Ciro Amodio – proponiamo alla nostra clientela prezzi altamente competitivi ma non a tempo, fissi, per tutti i giorni, per poter fare la spesa sempre con grande serenità. Il tutto all’insegna della qualità, della freschezza, sicurezza alimentare, genuinità e convenienza, che rappresentano i valori su cui abbiamo costruito la storia dell’impresa di famiglia”.
La storia della famiglia Amodio inizia nel 1825 con una piccola produzione artigianale di latticini nel cuore del Parco Regionale dei Monti Lattari. Ancora oggi, dopo cinque generazioni, è l’intera famiglia che si occupa dell’azienda che negli anni è diventata un fiorente gruppo di imprese industriali e commerciali. La logica della distribuzione è quella dei negozi di puro vicinato, sotto casa, pensati per una spesa quotidiana di prodotti freschi di giornata.
“La nostra mission si fonda su un quotidiano impegno finalizzato al costante miglioramento della soddisfazione dei clienti attraverso un servizio efficiente ed attento alle loro richieste e ai trend di mercato – prosegue Fausto Amodio -. Altrettanto impegno è dedicato a garantire gli elevati standard qualitativi dei prodotti di cui il gruppo cura e controlla con la massima attenzione ogni fase del processo di produzione e selezione in laboratori certificati. La dinamica ed efficiente organizzazione logistica, governata direttamente, assicura la consegna dei prodotti freschi nei punti vendita tutti i giorni e spesso anche due volte al giorno”.
Un impegno che ha consentito di proseguire il servizio anche nelle fase più critiche della pandemia, garantendo sempre alti standard di sicurezza.
“Il lockdown ha causato una profonda trasformazione nella grande distribuzione organizzata – aggiunge l’Amministratore del Gruppo -. Il focus è su spesa online e home delivery, applicazioni per la gestione delle file, tecnologie cashierless ed edilizia strumentale. I player della grande distribuzione organizzata hanno dovuto accelerare i processi di digitalizzazione per cercare di gestire una situazione completamente nuova e molto complessa. Anche noi a breve saremo presenti online”.
La disponibilità di alimenti sicuri è un requisito essenziale per la tutela della salute e la protezione dei consumatori e richiede la rigorosa applicazione del principio di igiene e sanificazione in tutto il processo della filiera. “In tutte le nostre strutture produttive ed i nostri centri vendita – sottolinea Fausto Amodio – abbiamo attuato con rigore tutte le pratiche necessarie per la corretta osservanza dei decreti e delle ordinanze che si sono susseguite, integrando i nostri piani HACCP con il ricorso a sanificanti e igienizzanti richiesti”.
La storia della famiglia Amodio, dal 1825, è testimone del costante orientamento al cliente: “i miei antenati prima, mio nonno se poi mio padre – racconta l’Amministratore del Gruppo – hanno costantemente cercato, in ogni decisione assunta, di avvicinarsi al consumatore, consolidarne la sua fiducia, mettendolo davanti ad ogni scelta”.
Un orientamento che, in questo momento di emergenza, di rivela fondamentale…
“Stiamo affrontando sin dall’inizio queste fasi con grande senso di responsabilità, nel pieno rispetto delle regole – conclude Fausto Amodio -; pur contenendo un’ansia ed angoscia per quello che riserva il futuro, si cerca di condividere la quotidianità con i nostri clienti”.