Ciro Magnetti, un napoletano campione del mondo dei pizzaiuoli

93
in foto Ciro Magnetti, titolare della pizzeria Olio e pomodoro Doc di Melito

Ciro Magnetti, titolare della pizzeria Olio e pomodoro Doc di Melito, grosso centro dell’hinterland Nord di Napoli, si e’ aggiudicato il titolo di campione del mondo dei pizzaiuoli, nel corso della 18esima edizione del Trofeo Caputo nel Pizza village allestito a Napoli. Al secondo posto si e’ classificato Ferdinando Percoco, in forza presso Rosso Pomodoro. Sul podio, pero’, con la medaglia di bronzo, anche una donna, la giapponese Akiyo Okabayashi. Una vittoria, la sua, emblematica della crescente e qualificata presenza femminile nelle competizioni internazionali e nella professione. Novita’ di quest’anno nella competizione, la categoria Pizza Contemporanea, di cui Antimo Caputo, ad del Mulino Caputo, azienda ideatrice del riconoscimento, e’ particolarmente orgoglioso. “Stiamo assistendo a un importante passaggio nell’evoluzione degli impasti, che porta a una pizza dal cornicione svuotato, con una grande alveolatura e una giusta croccantezza”, spiega. La categoria ha visto trionfare Giuseppe Cutraro, che coordina il lavoro di 80 pizzaioli impegnati nelle pizzerie targate Big Mamma in Francia, seguito da Vincenzo Capuano, delle omonime pizzerie napoletane, e dal giapponese Takumi Nakamura. Nell’altra categoria introdotta quest’anno, Pizza Americana, ha trionfato la giovane Laura Meyer, italoamericana arrivata direttamente da San Francisco. Assieme a lei, tantissimi pizzaioli provenienti da 50 Paesi del mondo, con importanti rappresentati del food di Oltreoceano, che hanno consacrato il campionato come promotore del territorio e volano per l’export internazionale. Gia’ dalla prossima settimana si riparte, da Atlantic City, con la Caputo Cup, organizzata, come il Campionato del Mondo, dall’Associazione pizzaioli napoletani, coordinata da Sergio Miccu’.