Cisl: Patto sociale contro la crisi, stop a violenza e demagogia

46

Piena solidarietà all’assessore Nappi, impegnato da anni in una seria riforma delle Politiche del Lavoro – dalla formazione all’apprendistato – che nonostante le difficoltà congiunturali e ”Piena solidarietà all’assessore Nappi, impegnato da anni in una seria riforma delle Politiche del Lavoro – dalla formazione all’apprendistato – che nonostante le difficoltà congiunturali e occupazionali che la Campania sta vivendo, comincia a dare i suoi primi frutti”. Così Lina Lucci, segretario generale della Cisl Campania commenta le minacce di cui è stato vittima ieri l’assessore regionale al Lavoro Severino Nappi. ”Premessa la nostra piena vicinanza ai lavoratori e alle persone che soffrono a causa della crisi economica – dice Lucci – non possiamo che condannare ogni forma di rimostranza che sfocia nella violenza o in sentimenti contrari al rispetto delle istituzioni. La protesta fine a se stessa nuoce alla ricerca di soluzioni reali e concrete per questo drammatico momento”. ”Condanniamo con la massima fermezza l’utilizzo di parole estremistiche e nostalgiche che si collocano al di fuori della legittimità costituzionale, cosi’ come accaduto nei giorni scorsi anche alla Camera dei deputati. – dice Lucci – In questo momento occorre promuovere al più presto misure straordinarie in campo sociale tenendo conto delle vere priorità del paese: lavoro e sviluppo. Da questa crisi usciremo soltanto con un rinnovato patto tra istituzioni, forze economiche e sociali e non attraverso soluzioni populiste e demagogiche”.