Città della Scienza rilancia: a tre anni dall’incendio nasce Corporea

57

A tre anni dall’incendio che ne distrusse il Museo, Città della Scienza rilancia e si prepara a inaugurare un nuovo edificio, Corporea. La data scelta per il nuovo sito del complesso di ricerca e divulgazione di Bagnoli ha infatti un forte valore simbolico: il 4 marzo 2013 un incendio doloso su cui la magistratura sta ancora indagando distrusse lo Science Center, che per vent’anni aveva ospitato migliaia di ragazzi di tutto il mondo, stimolando la loro curiosità scientifica. Il grande vuoto dell’edificio bruciato è ancora lì a ricordare il mistero di quella notte ma Città della Scienza ha scelto ormai da tempo di non fermarsi: Corporea sarà il primo museo interattivo in Europa interamente dedicato al tema della salute, delle scienze e tecnologie biomedicali e della prevenzione, basato sulla sperimentazione diretta dei fenomeni da parte dei visitatori. “Un messaggio positivo – spiega il consigliere delegato di Città della Scienza Vincenzo Lipardi – che vogliamo lanciare da un’area al centro dell’attenzione nazionale, ma che purtroppo si dibatte nell’abbandono e nel degrado. Il 4 marzo è ormai una data simbolo visto che la ferita inferta con il rogo del Museo della scienza non è stata sanata. A tre anni da questo vile attentato, non si conoscono nei i volti dei mandanti, né degli esecutori materiali né di eventuali complici”. Corporea avrebbe dovuto essere l’ultimo tassello del “parco dell’innovazione” di Bagnoli, avamposto che doveva aprire la rinascita del quartiere e che invece è rimasto isolato nel vuoto del resto dell’ex area Italsider, ancora al palo. L’inaugurazione del 4 marzo avvia invece il rilancio delle attività espositive e della ricostruzione dello Science Center. Infatti anche sul fronte della ricostruzione, dopo la consegna alla Regione Campania il 22 dicembre del 2015 del progetto definitivo, “si sta lavorando alacremente – spiega Lipardi – per la convocazione della Conferenza di Sevizio e per il successivo passaggio in Consiglio Comunale per al ratifica, così come sottoscritto nell’Accordo di Programma Quadro e definito dalla Legge”. Venerdì a celebrare l’inaugurazione di Corporea, che entrerà poi a pieno regime a dicembre, ci saranno i principali attori del futuro di Bagnoli: il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, il governatore Vincenzo De Luca e il sindaco Luigi de Magistris. Ricorderanno l’incendio e guarderanno a Corporea con voglia di rinascita. Prima di una serata di musica, perché la voglia di rinascita di Città della Scienza sia ancora una volta il primo passo per la rinascita di tutta l’area di Bagnoli.