Città metropolitana, da De Magistris via libera alla prosecuzione delle attività degli Lsu

42

Il sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato l’elenco delle attività che dovranno continuare ad essere svolte dai 316 lavoratori socialmente utili dell’Ente, autorizzandone la proroga dal 1 marzo al 31 dicembre 2016. Si tratta di un provvedimento che da mandato al Dirigente competente per la gestione dei Lsu di procedere anche alle assegnazioni di tali lavoratori ad altri enti, in forza di Convenzioni appositamente sottoscritte, con gli Uffici Giudiziari, gli Istituti Scolastici e i Comuni del territorio metropolitano di Napoli. In particolare, i lavoratori saranno impiegati in attività di sorveglianza nelle scuole, di pulizia e sorveglianza strade provinciali con personale Lsu distaccato presso i Comuni, di sistemazione degli archivi della Città metropolitana, di supporto degli uffici giudiziari e di supporto ai Centri per l’Impiego. La spesa per l’assegno mensile a favore dei Lsu è a carico della Regione Campania. Resta a carico dell’Ente la sola spesa relativa al premio Inail.