Città Metropolitana di Napoli, fondi per la Cittadella scolastica a Pomigliano

108

Il Sindaco della Città Metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris, ha approvato una delibera che prevede una variazione di bilancio per l’applicazione all’esercizio finanziario 2017 della somma di 3 milioni e 738mila euro per integrare gli stanziamenti già disposti per la costruzione della Cittadella scolastica nel comune di Pomigliano d’Arco. I fondi stanziati costituiscono parte dell’avanzo vincolato dell’esercizio finanziario 2017, e vanno ad aggiungersi ai 15 milioni e 200mila euro già presenti nel documento contabile. Quella che nascerà a Pomigliano sarà una delle più grandi cittadelle scolastiche della regione e dell’intero Mezzogiorno.
Il progetto prevede la costruzione di quattro edifici destinati a due istituti scolastici, suddivisi in biennio e triennio, di una palestra coperta ed un auditorium collegati tra loro da un “forum”, una vera e propria piazza coperta che rappresenterà uno spazio comune.
E’ prevista anche la costruzione di un campetto all’aperto con relativi spalti, aree a verde ed un parcheggio. Saranno realizzate 102 aule normali e 20 speciali per una superficie di oltre 15mila mq. La palestra coperta avrà al piano terra un campo di basket e due campi di pallavolo oltre a 2 blocchi di servizi e docce (uno per Istituto). Il primo piano, invece sarà costituito da due sale ginniche. L’area sportiva scoperta sarà composta da un campo di basket ed uno di pallavolo. L’auditorium avrà una platea da 200 posti, un palco con backstage, servizi igienici e 2 biblioteche. L’impiego di tecnologie innovative ad alta specializzazione per edifici costruiti in zona sismica porranno il complesso scolastico, munito di isolamento sismico alla base, nei primi posti in Europa per dimensioni, importanza e sicurezza attiva in caso di terremoti. L’utilizzo, infatti, di queste tecnologie renderà le strutture più performanti nella risposta sismica ed assolutamente molto più sicure. Con la realizzazione della Cittadella scolastica saranno dismessi edifici per cui la Città Metropolitana di Napoli paga ogni anno circa 1 milione di euro di fitti passivi.