‘Clerus-App’, l’omelia diventa social

35

Città del Vaticano, 30 dic. (AdnKronos) – L’omelia diventa social. “Si chiama ‘Clerus-App’ la nuova applicazione preparata dalla Congregazione per il clero in collaborazione con la Segreteria per la comunicazione. Si tratta di un agile strumento dedicato alle omelie domenicali. È destinata in primo luogo ai parroci e ai sacerdoti, ma anche a tutti quanti vogliono avere a disposizione settimanalmente un commento alla parola di Dio del giorno festivo”, spiega l’Osservatore Romano.

La preparazione delle omelie è affidata al gesuita Marko Ivan Rupnik. Per ora i testi sono in italiano, ma prossimamente, annuncia il quotidiano d’Oltretevere, “verranno resi disponibili anche in altre lingue. L’applicazione offre la possibilità di ascoltare la lettura dell’omelia, di inserire delle note nel testo, di archiviare i commenti e di scaricare i contenuti in modalità offline. Completamente gratuita, per adesso è disponibile su Google play store, ma dai prossimi giorni sarà scaricabile anche dall’app store della Apple”.