Clic1, ecco la proteina che mette il turno alle staminali nel glioblastoma

42

Si chiama Clic1 ed è una proteina che ha attirato l’attenzione di un team di scienziati italiani. Studiandola, gli esperti dell’università Statale di Milano hanno scoperto che ha il potere di accelerare il ciclo cellulare nelle staminali tumorali. In altre parole, mette loro il turbo. Un ruolo che la candida a diventare un possibile bersaglio terapeutico per uno dei più diffusi e aggressivi tumori cerebrali, il glioblastoma, malattia alla quale ha dovuto arrendersi anche il senatore Usa John McCain, morto a fine agosto. Ricercatori da tutto il mondo lavorano sulla neoplasia e le prospettive più promettenti per l’individuazione di terapie guardano ai progressi della medicina molecolare e in particolare allo studio delle cellule staminali tumorali, ovvero quella parte di cellule responsabili dell’insorgenza, della crescita e della recidiva del tumore. In questo quadro, si colloca la ricerca coordinata da Michele Mazzanti e condotta con il suo gruppo al Dipartimento di bioscienze dell’università Statale di Milano, in collaborazione con il Laboratorio di Tullio Florio del Dipartimento di medicina interna dell’università di Genova. Gli esperti sono arrivati in alcuni casi – negli esperimenti in vitro – a un blocco totale dell’accrescimento della massa tumorale.