Clima bollente

18

(AdnKronos) – Ma che caldo fa. Dalla seconda decade del mese di maggio il clima in Italia ha iniziato a scaldarsi gradualmente grazie alla presenza dell’alta pressione di origine africana che, a fasi alterne, ha continuato ad influenzare le temperature su tutte le regioni italiane. I dati alla mano – spiegano gli esperti del sito ilmeteo.it – sono chiari: le regioni meridionali sono state le zone più calde, data la vicinanza alla lingua rovente dell’anticiclone africano. Le zone interne della Sicilia hanno misurato 36°C come a Catenanuova in provincia di Enna, ha fatto caldo in Puglia con Taranto che ha raggiunto e che continuerà a toccare valori termici diurni superiori ai 32°C, sopra i 30°C in Basilicata, segnatamente sul materano. Sul resto delle regioni meridionali le temperature si sono avvicinate spesso ai trenta gradi superandoli solo occasionalmente, come Napoli che ha toccato i 32°C , Caserta e Benevento a 29°C e pure in molte città della Calabria.

Attraversando le regioni centrali, misure vicine ai 30°C si sono registrate sul Lazio specialmente a Roma, sulle zone interne dell’Abruzzo e delle Marche e misure ancor più superiori in Toscana con Firenze a 31°C. Lungo le coste invece, grazie anche alle brezze, non si è andato oltre 26°C. Ha fatto caldo anche al Nord, soprattutto sui settori orientali con il Veneto che ha spesso misurato temperature diurne tra 28 e 31°C, in Emilia Romagna Ferrara ha misura circa 30°C, Bologna ha rasentato questa cifra. Cosa diversa invece per il Piemonte e la Lombardia occidentale, settori più piovosi e temporaleschi che hanno registrato temperature sotto i 24°C, Torino ad esempio è scesa fino a 21°C nei giorni scorsi. Altra regione “mite” come il Nordovest è la Liguria con 22-23°C di giorno.

PREVISIONI – Nei prossimi giorni, specie nel primo weekend di giugno, le temperature – spiegano gli esperti – torneranno a salire di qualche grado al Nord, grazie all’aumento della pressione che favorirà un maggior soleggiamento. Ecco allora che finalmente Torino e Milano sfioreranno i 27-28°C, al Nordest si torneranno a raggiungere i 30°C. Al Centro i valori termici a stento supereranno i 29°C come a Roma e Firenze, mentre al Sud i 30°C saranno superati su tutte le province della Sicilia, dove spiccano i 35°C di Siracusa. Questa crescita termica sarà solo un fuoco di paglia, in quanto da lunedì 4 assisteremo ad una graduale diminuzione di tutti i valori termici e su tutte le regioni.