Clp, addetti chiedono affidamento del servizio di trasporto alla Regione

247
Il comitato dei lavoratori della Clp, l’azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico a Caserta, chiedono l’intervento della Regione Campania per risolvere la crisi in corso. E si appellano al codice Antimafia. “Che prevede – dicono – in caso di impossibile sostituzione in tempi rapidi di un’azienda colpita da interdittiva e titolare di un servizio pubblico essenziale il trasferimento del servizio medesimo a un’azienda regionale”. Ma secondo quanto denunciano i dipendenti della Clp tra commissario straordinario, Prefettura e tutorship nessuno ancora prende una decisione definitiva. “Da tempo ormai svolgiamo doppie mansioni, come la vendita dei biglietti a bordo dei bus, non retribuite, non ci vengono concesse ferie e i carichi di lavoro sono sempre maggiori”. Ma non è tutto “perché – aggiungono i lavoratori di Clp – vi è anche un evidente mancanza di norme di sicurezza che mette a rischio chi già si sacrifica oltre il dovuto”.