Codere: 2,8 milioni utile netto nel 2017

16

Roma, 28 feb. -(AdnKronos) – Codere ha chiuso il 2017 con un aumento dei ricavi del 6%, che hanno toccato i 1.638 milioni di euro, grazie al buon andamento del business nei suoi mercati principali: Argentina, Spagna, Italia e Messico. Come si legge in una nota, la crescita della compagnia – fra i leader nel settore del gioco privato a livello mondiale – “si basa sulla crescita registrata in tutti quei paesi in cui il Gruppo opera”. Grazie a questa buona performance nelle sue diverse aree di attività, Codere torna in segno positivo nel 2017, registrando un utile netto di 2,8 milioni di euro a livello annuale.

In Argentina si sono registrati ricavi per 582,4 milioni di euro (+9%), in Messico per 339,9 milioni (+3,1%), in Italia per 335,8 milioni (+4,4%) e in Spagna per 188,1 milioni (+10,5%). Nel nostro paese parte dell’incremento è in gran parte dovuto alla crescita registrata nell’ultimo trimestre dell’anno, a seguito dell’acquisizione del 51% dell’azionariato di Sebilot, operatore di gioco nel comparto AWP. I costi sono aumentati del 5,8%, come conseguenza tra l’altro, dell’aumento delle imposte sul gioco del 3,1% e dei costi per renting del 20,9%. Come conseguenza l’EBITDA normalizzato sulle attività in Italia è inferiore del 10,7% rispetto a quello ottenuto nel 2016.

Nel complesso Codere ha raggiunto un EBITDA normalizzato di 273,6 milioni di euro, un incremento dell’8,5% rispetto al 2016 (2,2% sottraendo l’acquisizione del 50% di HRU in Uruguay alla fine dello stesso esercizio contabile), “un risultato notevole – spiega il gruppo – se teniamo conto degli aumenti delle tasse sul gioco sofferti in Argentina e in Italia”.

Guardando al 2018, Codere annuncia l’intenzione di concentrarsi su “una crescita redditiva e sulla creazione di valore per i propri azionisti, facendo leva sulla solida presenza dell’azienda nei suoi diversi mercati e promuovendo lo sviluppo dell’attività on-line”. In tal senso, Norman Sorensen Valdez, presidente non esecutivo di Codere, ha sottolineato come l’azienda abbia “enormi opportunità di crescita, che vogliamo cogliere per continuare ad essere il principale riferimento nel settore dei giochi. Dobbiamo approfittare dei cambiamenti che la rapida evoluzione demografica impone e rispondere alla loro domanda in evoluzione, comprendendo che i segmenti più giovani richiedono innovazione e attenzione differente e hanno preferenze diverse sia nel consumo online che fisico”.

Da parte sua, Vicente Di Loreto, direttore generale della compagnia, ha spiegato: “è tempo di rafforzare la leadership di Codere nei mercati attuali, aumentando al contempo le risorse e gli sforzi nei mercati online, potenziando l’integrazione tra entrambi e arricchendo la proposta di valore per i nostri clienti. Codere è una grande organizzazione che ha saputo collocarsi in prima linea negli ultimi decenni, nostra intenzione è creare valore per clienti, dipendenti e azionisti, potenziando l’esperienza che abbiamo per affrontare nuovi progetti e sfruttare le opportunità di crescita che sicuramente si presenteranno “.

Nell’ultimo trimestre del 2017 Spagna e Uruguay sono stati i mercati che hanno registrato l’evoluzione più favorevole. In questo contesto il dato dell’EBITDA normalizzato alla fine del quarto trimestre dell’anno ha raggiunto i 73,6 milioni di euro, l’11,7% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e nell’ambito della guidance indicata dalla compagnia.