Codice degli Appalti, Delrio ad Ance e De Luca: Osservazioni non fondate

65
Il Codice degli appalti “non paralizza assolutamente l’Italia”. Graziano Delrio, ministro per le Infrastrutture, a Napoli per un incontro con la Guardia costiera, torna, sollecitato dai cronisti, sulle affermazioni contrastanti dei giorni scorsi tra lui e Vincenzo de Luca, governatore della Campania, in merito alle linee guida del codice per gli appalti. “De Luca ha fatto solo un’osservazione che secondo me non è fondata – afferma – così come non lo è l’allarme dell’Ance (rpt, Ance)”. ”Non si può paragonare il mese di maggio con il mese di aprile – sottolinea – Nel cinque mesi del 2016 rispetto al 2015 abbiamo ancora un aumento dei bandi, quindi non c’è alcun crollo, se non una normale pausa in attesa delle linee guida”. “Che ci siano due mesi di pausa per fare buoni progetti in un paese che ci mette 10 anni per fare un’opera da 50 milioni – aggiunge – non mi sembra un problema.”.
“Due mesi in più per un progetto esecutivo non sono un problema – prosegue Delrio – Il problema non è quando vengono pubblicati i bandi, ma quando vengono realizzate le opere”. “Così facendo le opere le realizzeremo molto più alla svelta e senza sprechi – conclude – e dando meno soldi pubblici a finte imprese”.